Udinese, l’ombra di Stramaccioni su Oddo

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui
VERONA, ITALY - JANUARY 05: Udnese players celebrates after Nenad Tomovic of Chievo Verona own goal during the serie A match between AC Chievo Verona and Udinese Calcio at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on January 5, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

L‘Udinese con Massimo Oddo è arrivato pomeriggio a Napoli. Domani sera i friulani affronteranno al “S.Paolo” il Napoli, alla ricerca delle residue speranze di insidiare la Juventus, cercando di evitare la decima sconfitta consecutiva. Un record negativo da quando la società è in serie A. Se tutto ciò dovesse avvenire ecco che il cambio  a questo punto sarebbe inevitabile. Tra i profili valutati piace Andrea Stramaccioni. Tutto sarà rinviato dopo l’esito della gara di Napoli, ma un suo accordo col tecnico ex Inter dovrà essere trovato sulle prospettive future più che sul lato economico.

Per Andrea Stramaccioni sarebbe un ritorno dopo che nella stagione 2014-2015 aveva ottenuto un sedicesimo posto. A fine stagione lasciò in quanto emersero dei contrasti col gruppo ma non perse mai la stima del presidente Gino Pozzo. Se arrivasse troverebbe una squadra totalmente rivoluzionata e insieme alla società inizierebbe a lavorare sul futuro, provando prima a fermare questa emorraggia di sconfitte e concludere il campionato senza affanni. Sarebbe il terzo allenatore della stagione dopo Del Neri che aveva iniziata in maniera molto discontinua e altalenante portando all’esonero dopo la sconfitta interna contro il Cagliari. Con l’arrivo di Massimo Oddo dopo la sconfitta iniziale contro il Napoli aveva ingranato con 5 vittorie consecutive, mostrando bel calcio e facendo divertire i tifosi. Dopo la vittoria l’ultima contro il Genoa la pericolosa discesa. La classifica dice +6 sul Crotone. Un margine abbastanza rassicurante ma il trend dovrà essere invertito al più presto per evitare brutte sorprese finali.

  •   
  •  
  •  
  •