Carlo Ancelotti: un allenatore vincente e internazionale al timone del Napoli

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Colpo di scena in casa Napoli. Nella giornata di ieri è giunta l’ufficialità dell’ingaggio di Carlo Ancelotti quale nuovo allenatore del Napoli. La trattativa tra il tecnico di Reggiolo e il Presidente azzurro, Aurelio De Laurentiis, ha avuto un’impennata martedì, con l’incontro avvenuto tra i due e i rispettivi entourage presso la sede Filmauro di Roma. Ieri, è andato in scena il secondo appuntamento, quello decisivo, tra il patron del Napoli e l’ex allenatore di Chelsea, Paris Saint Germain e Real Madrid, in cui è stato sancito l’accordo definitivo.

Ancelotti ha firmato un contratto triennale da 6,5 milioni di euro a stagione e il suo staff sarà composto, tra gli altri, dal figlio Davide nelle vesti di vice e da suo genero Mino Fulco come preparatore atletico. Le dichiarazioni ufficiali da parte del neo tecnico degli azzurri verranno espresse il 9 luglio, a due giorni dall’inizio del ritiro del Napoli a Dimaro. Carlo Ancelotti è indubbiamente uno degli allenatori più titolati nel panorama calcistico internazionale.

Il tecnico emiliano dopo aver mosso i primi passi in panchina alla guida della Reggiana e del Parma, passò nel febbraio del 1999 alla Juventus, raccogliendo nei suoi due anni e mezzo sotto l’ombra della Mole, due secondi posti in campionato ed una Coppa Intertoto. E’ al Milan che iniziò, invece, la sua scalata vincente: uno scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, due Champions League, due Supercoppe Europee ed un Mondiale per club. Uno score impressionante, in grado di riportare il “diavolo” a vivere i fasti di un tempo, quando alla guida della compagine rossonera vi erano Sacchi e Capello.

Nel 2009 Ancelotti lasciò l’Italia per intraprendere la sua prima avventura all’estero, Oltremanica, al timone del Chelsea. Con i Blues, Mr. Carlo conquistò una Premier League, una Community Shield ed una Coppa d’Inghilterra.  Il suo nome entrò, inevitabilmente, a far parte del novero degli allenatori più illustri dal punto di vista internazionale, e a corteggiarlo insistentemente fu il Paris Saint Germain, acquisendone la guida tecnica a partire dal gennaio 2009. Sotto l’ombra della Tour Eiffel, Ancelotti avviò il ciclo vincente del Psg con la conquista del titolo di campione di Francia nella stagione 2012-2013.

A seguire giunse la chiamata irrinunciabile da parte del Real Madrid, ed anche in terra spagnola, Ancelotti, dimostrò la sua attitudine nel conquistare trionfi. In due stagioni al comando dei blancos ottenne una Coppa di Spagna, una Champions League (la “decima” nella storia delle merengues), una Supercoppa Europea ed un Mondiale per club. Con l’eliminazione in semifinale di Champions League, nell’edizione 2014/2015, ad opera della Juventus, terminò la sua avventura sulla panchina dei “galacticos”.

Nell’estate del 2016 fu il Bayern Monaco a convincere Carletto, il quale accettò la proposta avanzata del club bavarese. In Germania centrò la conquista di una Bundesliga, ma nel settembre scorso, a margine del ko in Champions contro il Paris Saint Germain per 3-0 e a causa di un rapporto oramai deteriorato con i “senatori” del Bayern, su tutti Muller, Ribery e Boateng, Ancelotti venne sollevato dall’incarico di allenatore. Il resto è storia recente, ovvero di continui accostamenti del tecnico emiliano sulla panchina della Nazionale italiana e dell’Arsenal, ed invece sarà il Napoli ad imprimere lo sprint decisivo al fine di convincere un allenatore prestigioso, di carattere e dall’ assoluto valore, in grado di poter condurre i partenopei verso la conquista di uno scudetto, inseguito e sognato dall’intero popolo azzurro da ben ventotto anni, apportando, altresì, una connotazione europea, insita nel suo dna calcistico.

BILBAO, SPAIN - MARCH 07: Head coach Carlo Ancelotti of Real Madrid reacts during the La Liga match between Athletic Club Bilbao and Real Madrid CF at San Mames Stadium on March 7, 2015 in Bilbao, Spain. (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

  •   
  •  
  •  
  •