Finale Champions League, i precedenti tra Liverpool e Real Madrid

Pubblicato il autore: Luciano Nervo Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Riusciranno i Reds a porre fine all’incredibile striscia vincente del Real Madrid in Champions League, impedendo la loro terza vittoria di fila della finale? Negli ultimi 5 anni il Real è arrivato in finale 4 volte, l’unica stagione in cui ha dovuto rinunciarci è stata quella del 2014/15, quando venne fermata in semifinale dalla Juventus di Allegri, poi comunque superata di netto due anni più tardi in finale a Cardiff.

I Reds hanno tutte le carte in regola per riuscire nell’impresa: miglior attacco della Champions League con 46 gol in 14 partite, e con il tridente più prolifico di sempre nella massima competizione continentale: Firmino, Salah e Mane hanno collezionato ben 29 gol in questa stagione, strappando il primato definitivamente nella notte di ieri sera indovinate a chi? Proprio ad un tridente dei blancos, anzi IL tridente dei blancos, la BBC che nell’anno della Decima (stagione 2013/14) avevano raggiunto quota 28 gol. I ragazzi di Klopp hanno anche bucato per ben due volte l’Olimpico di Roma, fino a quel momento rimasto inespugnabile alle offensive di squadre del calibro di Chelsea, Atletico Madrid, Shakhtar Donetsk e Barcellona.

Leggi anche:  Napoli, il club chiarisce sugli atteggiamenti di Insigne: il comunicato

La storia invece da che lato si sbilancia? Il Real Madrid non perde una finale di Champions League esattamente dal 1981 proprio contro il Liverpool. Si giocava al Parco dei Principi a Parigi, il Real Madrid allenato da Boskov, e con in campo Del Bosque, contro gli inglesi guidati da Paisley in panchina e da Dalglish in campo. La vittoria è di misura e la decide il terzino Kennedy al minuto 81′ e chiudendo nella bacheca dei trofei del Liverpool la terza Coppa dei Campioni.

Lo scontro si ripropone 28 anni dopo nell’edizione 2008/09, questa volta però con doppio scontro tra andata e ritorno agli ottavi di finale. L’andata si gioca al Bernabeu e il Liverpool di Benitez sbanca grazie all’incornata di Benayoun, e senza subire alcuna rete:1-0. Il ritorno non può quindi che essere tripudio rosso: 4-0, segna l’acerrimo nemico del Real Fernando Torres, doppietta del capitano reds per eccellenza Steven Gerrard, e chiude la goleada, a sorpresa, il nostro Andrea Dossena.

Leggi anche:  Juventus, arrivano Lazio e Porto: le ultime dall'infermeria

L’andamento del dominio Liverpool è però destinato a subire un brusco cambio di direzione, in coincidenza dell’arrivo di Cristiano Ronaldo. Infatti nell’edizione 2014/15 , è la prima volta che con la maglia dei blancos addosso Cristiano affronta i rivali di sempre del Merseyside, all’interno della fase a gironi. Al primo scontro finisce 3-0 ad Anfield con reti di Ronaldo e Benzema che vede comparire sul tabellino il suo nome due volte. Al ritorno invece basta un’altra rete del franco-algerino a chiudere la questione causando l’uscita dalla competizione di Gerrard e dei suoi, che però ottengono l’accesso in Europa League, e guadagnando l’avanzamento alla fase ad eliminazione diretta da prima del girone, dove verrà fermata solo in semifinale da Morata e Tevez.

Il tabellino complessivo pende quindi verso l’Inghilterra con 3 successi contro i 2 degli spagnoli. A livello di reti è sempre avanti il Liverpool con 6-4.

Leggi anche:  Dove vedere Liverpool-Chelsea: streaming e diretta tv Premier League

La notte del 26 maggio sarà quindi la notte della 13esima Champions League, nonché terza di fila, o saranno i reds a riuscire nell’impresa di fermare i marziani, a conquistare per la sesta volta nella loro storia il trono d’Europa? Parola al campo di Kiev.

  •   
  •  
  •  
  •