Griezmann, quella volta che Galliani disse:”Non lo prendo, costa troppo”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Griezmann, un piccolo diavolo rossonero mancato. Oggi vale almeno 100 milioni di euro. Cifra che probabilmente il Barcellona pagherà all’Atletico Madrid per vestirlo di blaugrana. Antoine Griezmann è oggi è uno dei giocatori più forti del mondo. La doppietta in finale di Europa League lo ha ancora di più consacrato al grande pubblico. Ora per diventare ancora più grande gli manca la Champions League e un successo con la Nazionale francese. Nel 2016 ci è andato molto vicino, perdendo due finali contro Real Madrid e Portogallo. A 27 anni ha ancora tempo per centrare i due obiettivi. Tutto questo è quello che è oggi Griezmann. Cinque anni fa le petit diable era un talento molto interessante che si faceva conoscere nel campionato spagnolo con la Real Sociedad. Con la maglia dei baschi il francese ha giocato dal 2009 al 2014.

Nell’estate del 2013 il Milan cerca un esterno mancino da mettere a disposizione di Max Allegri. Galliani scandaglia il mercato internazionale e si trova ad esaminare anche Griezmann. La Real Sociedad valuta il suo talento sui 18 milioni di euro. Una cifra che l’amministratore delegato del Milan ritiene eccessiva per un talento sì, ma che ancora non è esploso. I rossoneri vivono un periodo di magra sul mercato. Allegri passa il playoff di Champions League con il Psv e Galliani regala Matri al suo allenatore. Griezmann resta alla Real Sociedad un’altra stagione, per poi passare all‘Atletico Madrid. Il resto è storia.

Griezmann, il Mondiale e poi il Barcellona?

Dopo due finali di Champions League perse, poi l’Atletico Madrid è tornato ad alzare un trofeo internazionale. Il grande protagonista della finale vinta contro il Marsiglia è stato il piccolo diavolo con la maglia numero 7. Griezmann ha forse trovato il modo di salutare al meglio i tifosi Colchoneros. In Spagna danno per certo il suo passaggio al Barcellona. Non che i blaugrana abbiano bisogno di attaccanti, visto che hanno già in rosa gente come Messi, Suarez, Coutinho e Dembelè. Evidentemente i grandi giocatori non sono mai abbastanza.

Il Barcellona vuole tornate a vincere la Champions League, soprattutto se il Real Madrid dovesse vincerla per la terza volta di fila. I blaugrana vogliono formare una pattuglia irresistibile di attaccanti, anche se avranno bisogno di comprare anche difensori e centrocampisti. Griezmann prima del Barcellona ha però un mondiale da giocare e da provare a vincere. La Francia si presenterà in Russia con grande ambizioni e il biondo attaccante sarà la stella della formazione di Deschamps. Poi forse sarà il momento di lasciare Madrid per approdare al Barcellona. Chissà poi se il Real vorrà fare lo sgarbo più grande agli eterni rivali: vestire Neymar di bianco. Quello si che sarebbe pesante da digerire per tutto l’ambiente del Barcellona. Forse ancor di più dell’ennesima Champions League vinta dagli uomini di Zinedine Zidane.

  •   
  •  
  •  
  •