Champions League, il Liverpool raggiunge il Real Madrid a Kiev

Pubblicato il autore: Mario Puzzilli Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Un Liverpool contenuto meglio dell’andata e la Roma con uno stadio Olimpico pieno in ogni settore sfiora l’ennesima impresa.
Tanto cuore e concretezza e non offre il fianco come all’andata ai reds peccato per il risultato che alla fine sa di beffa con un rigore all’ultimo secondo e uno in precedenza non assegnato, ma il peso del risultato dell’andata pesava ed inoltre con un po’ più di attenzione anche stasera i giallorossi avrebbero potuto passare il turno.
Tutta la squadra ha dato tutto forse Schick non è entrato in partita e non è stato utile alla finalizzazione del gioco.
Stasera più attenzione alla marcatura di Salah e un altro modulo tattico in difesa così che  non ha potuto creare il panico come all’Anfield una settimana fa.

Di Francesco ha spinto i suoi dall’inizio alla fine, ci ha sempre creduto anche quando qualche giocatore aveva perso le speranze. Dzeko su tutti, ha segnato e smistato palloni a non finire ma alla fine non è bastato.
Aver fatto segnare quei 2 gol ai reds stasera è stato l’unico errore ma poteva essere in preventivo subirne un paio visto che l’andamento tattico della partita premiava il gioco degli inglesi con quelle folate improvvise e letali.
Alla fine la delusione disegnava il volto dei giallorossi rei di aver permesso all’andata di non giocare quei 45 minuti dal 25esimo al 70esimo , blackout che è costato caro agli uomini di Di Francesco anche lui colpevole di aver sbagliato impostazione tattica all’andata.
Il Liverpool raggiunge Kiev e il Real Madrid e chissà che non possa interrompere l’egemonia madrilena in Europa … arbitro permettendo.

  •   
  •  
  •  
  •