La Vibonese batte Troina nello spareggio e ottiene la promozione in serie C

Pubblicato il autore: cdirenzo Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La Vibonese si aggiudica lo spareggio contro il Troina e vola in serie C .
Non e’ stato sufficiente un intero campionato per determinare la vincitrice del girone I Dilettanti ,nè tantomeno i 90’minuti regolamentari e i supplementari finiti a rete bianche , si è dovuti ricorrere ai calci di rigore ,dopo  sette tiri dal dischetto senza errori, il Troina sbagliava il suo penalty mentre Arario realizzava il goal che faceva esplodere la gioia del popolo vibonese  ,dopo 9 mesi quindi , soltanto un tiro dal dischetto ha fatto la differenza tra le due squadre,regalando la serie C alla Vibonese .

Di regali ,comunque ,la Vibonese e i suoi tifosi ne avevano ricevuti veramente pochi in questi ultimi 12 mesi ,anzi .Tutto inizia un anno fa ,con la retrocessione dalla serie C alla D perdendo il play out contro il Catanzaro ,pur giocando un girone di ritorno ad alti livelli ,un po’ per sfortuna un po per inesperienza si retrocedeva , qui pero’ la società del Presidente Caffo iniziava un altra partita ,quella contro la Lega che aveva permesso di disputare il campionato al Messina ,nonostante non avesse i requisiti economici richiesti (fidejussione non regolare e stipendi non pagati) A fine Agosto arriva la sentenza della corte federale d’appello di giustizia sportiva che da ragione alla squadra del Presidente Caffo riammettendo la squadra in serie C ,di contro la Lega e la Figc fanno ricorso (in pratica fanno ricorso contro la decisione del loro organo di giustizia sportiva) e di fatto a settembre la Vibonese non gioca nè in serie D nè in serie C .

Leggi anche:  Serie A, Benevento-Juventus: formazioni ufficiali; Dybala-Morata insieme

La squadra si allena non sapendo a quale campionato parteciperà. Intanto il campionato di serie C è andato avanti e si decide di far giocare la Vibonese in serie D facendole giocare dei turni infrasettimanali per recuperare le 5 giornate già disputate nel girone I. Inizia quindi il campionato della squadra con lo stato d’animo di chi ha subito un torto , le prime partite sono fatalmente difficili ,si gioca ogni tre giorni per recuperare le prime giornate ,intanto la neopromossa Troina vola seguita dalla Nocerina ,si arriva a Gennaio con 13 punti di svantaggi . Intanto mister Campilongo lascia per motivi familiari e arriva Nevio Orlandi ,allenatore che ha guidato anche la Reggina in serie A .I tifosi vibonesi sono convinti che la “remuntada” sia possibile ,riempiono il “Luigi Razza” con una passione che non si vedeva dai tempi del “principe” Enzo Consoli” negli anni 80′ ,la squadra comincia a imporre la propria superiorità in casa e fuori e piano piano si avvicina alla testa della classifica ,nelle ultimissime giornate la Nocerina perde terreno mentre il Troina resiste e si va a braccetto con gli stessi punti fino alla fine . Lo spareggio arrivava quindi inevitabile ..e oggi il suo epilogo.Onore al Troina che da neopromossa ha sfiorato l’impresa della doppia promozione ,ma oggi giustizia “sportiva”doveva fare il suo lavoro e l’ha fatto  , la Vibonese e i suoi tifosi si riprendono sul campo qualcosa che gli era stato ingiustamente tolto. Bentornata tra i professionisti del calcio Vibo Valentia ,te lo sei meritato

  •   
  •  
  •  
  •