Manchester City e non solo, ecco le “sette sorelle” del calcio europeo

Pubblicato il autore: salvokdb89 Segui

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images scelta da SuperNews)

Siamo ormai giunti alla parte finale della stagione calcistica 2017/18, almeno per quanto concerne i campionati nazionali dato che in Giugno ci saranno i mondiali in Russia. Nelle top leghe sono ancora accese le lotte per accedere alle prossime coppe europee e per la zona salvezza, mentre è tutto deciso in vetta: infatti a 90/180 minuti dalla fine della stagione, si conoscono già i nomi delle squadre che alzeranno il trofeo. Scopriamo insieme i sette club, focalizzandoci sul cammino e sulla loro formazione tipo in stagione.

Italia – Juventus: e sono sette di fila! Un dominio senza precedenti in Italia, una vera dinastia ormai quella della squadra allenata prima da Conte e ora da Allegri. Un cammino reso tortuoso dal grande campionato del Napoli, ma che alla fine ha visto trionfare ancora una volta la squadra bianconera. Attenzione: per la matematica non è ancora campione, ma il Napoli in due partite dovrebbe recuperare i sei punti di distacco e anche le 16 lunghezze che separano le due squadre nella differenza reti. Impresa impossibile.                    Formazione tipo: Buffon, De Sciglio, Benatia, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Matuidi, Dybala, Douglas Costa, Higuain (Szczesny, Lichtsteiner, Rugani, Betancur, Mandzukic, Bernardeschi). All. Allegri

Inghilterra – Manchester City: un dominio incontrastato! Una stagione trionfale per gli uomini di Guardiola: miglior attacco, miglior difesa, possibilità di arrivare a 100 punti, e tanti altri numeri roboanti per il City. Peccato per l’eliminazione in Champions, ma la stagione rimane entusiasmante.
Formazione tipo: Ederson, Walker, Otamendi, Stones, Delph, De Bruyne, Fernandinho, Silva, Sterling, Jesus, Sane (Danilo, Kompany, Gundogan, Bernardo, Aguero). All. Guardiola

Ligue 1 – PSG: tutto come previsto in Francia. Dopo la sorpresa dello scorso anno, quando il Monaco ebbe la meglio sul ricchissimo PSG, quest’anno le gerarchie sono state ristabilite. Non ha divertito tantissimo la squadra di Emery, che a fine anno lascerà la squadra anche a causa della precoce eliminazione in Champions. Bene Neymar, anche se è fermo per infortunio da Febbraio, e soprattutto Cavani che trionferà nella classifica marcatori.
Formazione tipo: Areola, Alves, Silva, Marquinhos, Kurzawa, Rabiot, Verratti, Draxler, Mbappe, Cavani, Neymar (Meunier, Kimpembe, Lo Celso, Motta, Nkunku, Pastore, Di Maria). All. Emery

Liga – Barcellona: il regno di Messi. Grandissima stagione dei blaugrana, perlomeno in terra spagnola. Campionato dominato e con zero sconfitte all’attivo, Coppa del Re stravinta, Messi vicinissimo a conquistare la scarpa d’oro. Unico neo la debacle di Roma, ma la prima stagione di Valverde può definirsi ottima.
Formazione tipo: Ter Stegen, Roberto, Piquè, Umtiti, Alba, Coutinho, Busquets, Rakitic, Iniesta, Messi, Suarez (Semedo, Digne, Gomes, Paulinho,Dembelè, Paco). All. Valverde

Bundesliga – Bayern: altro giro, altra vittoria! In Germania trionfa ancora il Bayern Monaco, che si conferma di gran lunga la squadra più forte del campionato. Inizio difficoltoso, ma dopo l’allontanamento di Ancelotti e l’arrivo di Heynckes, il Bayern ha avuto un ritmo insostenibile per le altre. Una squadra formidabile che ha in Lewandowski un finalizzatore eccezionale.
Formazione tipo: Ulreich, Kimmich, Hummels, Sule, Alaba, Alcantara, Martinez, Robben, James, Ribery, Lewandowski (Rafinha, Boateng, Bernat, Vidal, Tolisso, Rudy, Coman, Muller, Wagner) All. Heynckes

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Portogallo – Porto: i Dragoes tornano al titolo. Dopo i quattro titoli conquistati dal Benfica, il Porto torna campione del Portogallo. Il Benfica avrebbe potuto lottare fino all’ultimo turno, ma si è “suicidato” facendosi battere a domicilio dal Tondela, dopo aver perso lo scontro diretto deciso dal gol di Herrera.
Formazione tipo: Casillas, Ricardo Pereira, Felipe, Marcano, Telles, Brahimi, Oliveira, Herrera, Corona, Marega, Aboubakar (Jose Sa, Maxi Pereira, Reyes, Otavio, Torres, Danilo, Soares). All. Conceicao

Russia – Lokomotiv Mosca: i ferrovieri tornano al titolo dopo 14 anni. Una stagione sorprendente per la Lokomotiv, visto che non era tra le favorite per il successo. Ma la costanza di rendimento della squadra di Semin ha permesso ai rossoverdi di superare la concorrenza di Cska, Spartak e Zenit. Il gol decisivo è stato segnato da Eder, il portoghese che già decise la finale di Euro 2016.
Formazione tipo: Guilherme, Ignatjev, Kvirkvelia, Pejcinovic, Rybus, Denisov, Tarasov, Al. Miranchuk, Fernandes, Farfan, Eder (Corluka, Kolomeytsev, Mykhalyk, An. Miranchuk, Ari) All. Semin

  •   
  •  
  •  
  •