Milan, la verità di Suso:”La clausola? L’ha voluta anche il club. Mi piacerebbe il Liverpool”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Suso of AS Milan in action during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Milan, Suso si confida al Guardian. Oggi non giocherà contro la Fiorentina per un problema muscolare, chissà se la prossima stagione sarà ancora rossonero. Jesus Fernandez Saez de la Torre, per tutti solo Suso, è uno degli uomini vetrina del Milan di Rino Gattuso. Dopo tre stagioni in rossonero è il momento per lo spagnolo di tracciare un primo bilancio:”Sono cambiate così tante cose da quando sono arrivato qui. Non è stato facile: non ho giocato molto all’inizio e ho dovuto andare al Genoa in prestito per avere più spazio. Il Milan è sempre stato il mio sogno: da piccolo ammiravo i campioni rossonero e ora essere qui è un orgoglio per me”. Suso ha parole di grande stima per Gattuso:E’ impressionante: lavora 24 ore al giorno e pensa solo al calcio. Ama il suo lavoro, in ogni sua sfaccettatura: dopo tanti anni senza aver giocato in Europa, con lui abbiamo visto la luce. Sono sicuro sarà un grande allenatore. Sa parlare ai calciatori e tocca sempre le corde giuste”.

Suso parla anche del suo futuro:”Sono felice al Milan. Quando ci sono voci su un mio possibile addio continuo a dire che sono felice qui e penso che il club creda lo stesso. Ho una clausola e questa è una cosa che sia il club che il mio agente hanno voluto. E’ un momento importante della mia carriera e sento di essere solo al 60-70% di quello che posso dare”. Lo spagnolo sogna di giocare la Champions League, cosa che non potrà essere possibile la prossima stagione in rossonero. Lo farà da qualche altra parte?

Suso:”Liverpool, periodo difficile. Un  giorno spero di tornare ad Anfield”

Nella lunga intervista concessa agli inglesi del Guardian, Suso ha parlato anche del periodo passato al Liverpool.Sono stati anni difficili, ma belli. Lì sono diventato prima uomo e poi calciatore, avevo problemi con la lingua”. Lo spagnolo ha conosciuto grandi campioni nel suo periodo passato con la maglia dei Reds:”Gerrard innanzitutto, poi Suarez, Coutinho e Carragher. Tutti grandi giocatori e grandi uomini, che mi hanno dato una mano a crescere. Un giorno mi piacerebbe tornare lì a giocare”.

Liverpool che sabato prossimo si giocherà la finale di Champions League contro il Real Madrid:”Sono combattuto. Se vince il Real sono contento perché è una squadra spagnola, ma se vince il Liverpool sono felice per tanti amici che ho lì”. Nelle prossime settimane si dovrà capire anche il futuro di Suso. Gattuso l’ha blindato, così come Mirabelli. E’ chiaro che se qualcuno sarà pronto a pagare la clausola di 40 milioni di euro e lui vorrà partire ci sarà poco da fare”. Suso in queste ultime due stagioni è stato l’uomo in più del Milan. Lo spagnolo ha anche però “costretto” i rossoneri con il 4-3-3. Un modulo che esalta le sue qualità. Uno schieramento che Jurgen Klopp utilizza al Liverpool, anche se in quella posizione i Reds hanno un certo Salah. Vedremo cosa accadrà, da domani è già calciomercato. Per tutti.

  •   
  •  
  •  
  •