Real Madrid – Bayern Monaco, la sincerità di Marcelo: “Era rigore, il calcio è così”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

MADRID, SPAIN - FEBRUARY 14: Real Madrid line up during the UEFA Champions League Round of 16 First Leg match between Real Madrid and Paris Saint-Germain at Bernabeu on February 14, 2018 in Madrid, Spain. (Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Terza finale consecutiva di Champions League consecutiva per il Real Madrid. Decisivo il 2-2 nella semifinale di ritorno, al Bernabeu, contro un orgoglioso e coriaceo Bayern Monaco, che negli ultimi minuti, ha sfiorato la vittoria con la conseguente eliminazione dei campioni in carica.

Ci saranno, dunque, ancora i Blancos nella finale di Kiev ma, anche stavolta come accaduto tre settimane fa contro la Juventus, non sono mancate le polemiche per alcuni errori arbitrali che hanno favorito e non poco il Real. Emblematico quanto accaduto nei minuti finali del primo tempo quando l’arbitro turco Cakir, e i suoi collaboratori, hanno sorvolato su un fallo di mano in area del terzino brasiliano Marcelo su cross di Kimmich.  Un tocco di mano evidente che lo stesso fuoriclasse madrileno ha ammesso nel dopo gara: “Sì, ho toccato il pallone con la mano, era rigore, ma se l’arbitro non ha visto, ha sbagliato. non parlo mai degli arbitri ma a volte sbagliano a favore, ed a volte contro. Il calcio è questo.”

Un errore quello di Cakir che ha monopolizzato il dibattito sui social. In particolare non sono mancati i commenti dei tifosi juventini che ancora non hanno dimenticato il presunto torto subito al Bernbeu per il rigore concesso all’ultimo minuto su Lucas Vazquez. Quasi un paradosso, dopo quanto accaduto sabato scorso in Inter-Juve.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, fiato sospeso per Ibrahimovic: infortunio al San Paolo