Roma, Di Francesco, appello alla società: “Non smontate il giocattolo”

Pubblicato il autore: fabricondo Segui

Eusebio Di Francesco – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Una Champions da riconquistare sul campo con una Roma che ha fatto sognare e l’appello alla società: “Ora non smantellate questa squadra“. Eusebio Di Francesco ha già la testa a Cagliari e non ammette distrazioni, il Liverpool è già il passato, emozionante ma passato. E siccome ci ha preso gusto, lui nell’Europa che conta vuole tornarci per recitare ancora un ruolo da protagonista: essere tra le prime quattro squadre del continente è bello, ma non gli basta. La prossima volta proverà ad andare fino in fondo. Ecco perché si augura di non vedere una Roma stravolta dal mercato: la strada è quella giusta, servono ritocchi, non una rivoluzione.

E’ chiaro che la gara di domani sera in Sardegna non offre gli stessi stimoli di una semifinale di Champions, ma guai ad accusare cali di tensione. I rossoblu si giocano la permanenza in A e lotteranno col coltello fra i denti, la Roma farà bene ad adeguarsi in fretta al clima, spiega Di Francesco: “Il Cagliari ha necessità di punti e vorrà fare un grande risultato, sarà una partita durissima dal punto di vista fisico e di grande impatto emotivo“. I giocatori sono avvertiti, la battaglia con i Reds ha lasciato strascichi anche dal punto di vista fisico, ma il tecnico chiede ai suoi di dare tutto: “Abbiamo tanti affaticati, Strootman, Perotti e Defrel non ci saranno. Vedremo come stanno i giocatori“. Niente alibi, però, d’altronde quanto a motivazioni anche la Roma non scherza e Di Francesco è categorico: “Dobbiamo arrivare in Champions League“.

Quattro i punti di vantaggio sull’Inter quinta a tre gare dalla fine. Un buon margine, ma da non sperperare. Così come non va disperso il patrimonio di entusiasmo accumulato durante la grande cavalcata europea e neppure quello tecnico. Insomma, in Champions sì, ma da protagonisti. L’invito a Pallotta è chiaro: “E’ importante non smantellare e mantenere la base“. Grazie alla Champions le casse della società non sono in affanno, c’è la possibilità di completare una squadra già competitiva e Umberto Gandini non resta insensibile di fronte alle richieste del tecnico. Ai microfoni di Radio Deejay l’ad giallorosso ha chiarito che gli introiti della stagione – così come l’arrivo dello sponsor Qatar Airways – non costringono la Roma a vendere. La situazione di settlement agreement, però, resta, per cui i conti vanno tenuti comunque sott’occhio. Adelante in Champions, con juicio.

 

  •   
  •  
  •  
  •