Scarpa D’Oro, la classifica finale: trionfa il solito Messi, buon piazzamento per Icardi e Immobile

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Al termine di una lunga stagione ci sono squadre che gioiscono per aver raggiunto i propri obbiettivi, altre invece si leccano le ferite per ripartire più forti di prima già a partire dalla prossima stagione. Nei massimi campionati nazionali hanno trionfato: Juventus (Italia), Psg (Francia), Bayern Monaco (Germania), Manchester City (Inghilterra) e Barcelona (Spagna).
Per quanto riguarda i premi individuali, Cristiano Ronaldo dopo aver vinto la 13esima Champions League con il Real Madrid, sembra il favorito a vincere il prossimo Pallone D’Oro. Ben diverso è stato il destino della Scarpa D’Oro, dove il talento portoghese si è piazzato ‘solo’ all’ottava posizione con 50 punti, mentre il vincitore è stato il solito Messi con 68 punti (34 goal totali).
Sarà rimasto l’amaro in bocca a Salah che, nonostante una stagione fenomenale condita da ben 32 goal, perde al fotofinish l’assegnazione della Scarpa D’Oro e anche la Champions League.

Leggi anche:  Serie A, Atalanta in un momento difficile: tre gare solo 2 punti

Cenni Storici Scarpa D’Oro

La Scarpa D’oro è un riconoscimento calcistico fondato nel 1967 che viene conferito al calciatore che si è distinto, durante la stagione calcistica europea, ottenendo il maggior punteggio calcolato moltiplicando il numero di reti messe a segno in partite di campionato per il coefficiente di difficoltà del campionato stesso. Inizialmente (dal 1968 al 1991), questo riconoscimento veniva dato al più grande marcatore europeo per numero di goal, senza attuare delle distinzioni relative al livello di difficoltà del campionato. I primi tre calciatori ad essere premiati sono stati Eusebio (Benfica) con 42 goal, Zekov (Cska Sofia) con 36 reti e Gerard Muller (Bayern Monaco) con 38 goal.

Dopo una interruzione dell’assegnazione del riconoscimento dal 1992 al 1996, nel 1997 è stato introdotto un nuovo sistema di punteggio basato sul Coefficiente Uefa: valgono 2 punti i gol realizzati nei campionati piazzati dal primo al quinto posto del Ranking, 1,5 quelli realizzati nei campionati piazzati tra la sesta e la ventiduesima posizione, 1 tutti gli altri campionati dalla ventitreesima posizione in giù. Il vincitore della prima edizione con l’introduzione del coefficiente è stato il ‘fenomeno’ Ronaldo con 34 reti siglate nel Barcelona (68 punti totali).

Leggi anche:  Juve Stabia Paganese 1-1 (Video Gol Highlights): Mendicino risponde a Romero

Gli ultimi vincitori

Negli ultimi tre anni c’è stato un vero e proprio dominio della Liga per la rincorsa alla Scarpa D’Oro. Nella stagione 2014-15 è stato il portoghese Cristiano Ronaldo a conquistare questo prestigioso riconoscimento, siglando la bellezza di 48 goal (fino ad ora è il secondo punteggio migliore dopo i 50 goal siglati da Messi nel 2011) per un totale di 96 punti. Nella stagione 2015-16 invece la Scarpa d’Oro è stata conquistata dal calciatore del Barcellona Luis Suarez che, con i suoi 40 goal, ha totalizzato 80 punti. Lo scorso anno è stato l’anno di Lionel Messi che, per il quarto anno, conquista il titolo di miglior marcatore europeo con 37 reti, totalizzando 74 punti. Anche quest’anno trionfa l’attaccante argentino che, con 34 reti, conquista il riconoscimento personale per il quinto anno nella sua vincente carriera.

Leggi anche:  Morte Maradona, medico sotto indagine per omicidio colposo. Ecco i dettagli
GIOCATORE SQUADRA COEFF. GOAL TOT
Messi Barcelon (SPA) 2 34 68
Salah Liverpool (ENG) 2 32 64
Kane Totthenam (ENG) 2 30 60
Immobile Lazio (ITA) 2 29 58
Icardi Inter (ITA) 2 29 58
Lewandowsky Bayern Monaco (Ger) 2 28 56
Cavani PSG(FRA) 2 28 56
Ronaldo Real Madrid (SPA) 5 25 50
Suarez Barcelona (SPA) 2 25 50
Jonas Benfica (POR) 1,5 33 49,6
Dybala Juventus (ITA) 2 22 44
Thauvin Marsiglia (FRA) 2 22 44
Iago Aspas Celta Vigo (SPA) 2 22 44
Gomis Galatasaray (TUR) 1.5 29 43.5
 Aguero  City (ENG)  2  21  42

 

  •   
  •  
  •  
  •