Udinese-Inter, Spalletti: “Se le vinciamo tutte andremo in Champions”

Pubblicato il autore: Aote Segui
MILAN, ITALY - DECEMBER 16: FC Internazionale Milano coach Luciano Spalletti gestures during the Serie A match between FC Internazionale and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on December 16, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Ripartire dopo Inter -Juventus e la mission per i nerazzurri di Luciano Spalletti.
Dopo i bianconeri torinesi il calendario propone l’altra formazione bianconera del campionato, quell’Udinese che sbancò il Meazza all’andata, segnando l’inizio del periodo più difficile della stagione interista.
Una stagione da coronare con la conquista di un posto in Champions League, obiettivo che il discusso ko di sabato scorso ha decisamente complicato,viste le quattro lunghezze che ora dividono l’Inter da Roma e Lazio.
Inevitabile che Luciano Spalletti, nella consueta conferenza stampa di vigilia, proprio dalla partita con la Juventus riparta, anche per analizzare la settimana appena trascorsa: “Voglio subito chiudere il discorso sull’arbitraggio. Preferisco parlare della partita e del fatto che abbiamo dimostrato di essere cresciuti e avere le potenzialità di una grandissima squadra. Di certo per mantenere un certo livello non dovremmo essere stimolati, quello dovrebbe essere il nostro standard“.
Tra le conseguenze della partita di sabato scorso la squalifica di D’Ambrosio, col ballottaggio per la fascia sinistra tra Dalbert e Santon, finito nell’occhio del ciclone, soprattutto dei tifosi, per gli errori commessi nei pochi minuti disputati e coincisi con la rimonta juventina: “Non ho ancora deciso chi giocherà, di certo mi dispiace per quello che è accaduto a Davide. Le responsabilità per la sconfitta non sono le sue, ma sono mie“.

Il tecnico toscano analizza anche quanto di positivo la squadra ha mostrato con la Juventus: “La squadra nel corso del tempo è cresciuta. Siamo lontano in classifica da Juventus e Napoli ma siamo stati in grado di metterli in difficoltà. Se una squadra è così tanto inferiore non tiene così il campo in inferiorità numerica“.
In settimana anche Massimo Moratti è tornato sulla sfida di sabato e Spalletti cavalca l’onda, anche di entusiasmo che ne è derivato: “Dopo sabato ci si sente ancora più interisti; sappiamo che settimana abbiamo passato, abbiamo dovuto accettare il risultato anche se ci ha fatto male ma questo non deve condizionarci”.
Si torna dunque alla corsa Champions, per la quale Spalletti resta ottimista: “Ripartiamo dall’Udinese, che è una squadra molto più forte di quanto dica la classifica. Sono convinto che vincendo tutte e tre le partite che restano arriveremo in Champions. Dipenderà dalla nostra forza e abilità nell’affrontare e superare gli ostacoli”.
Lecito chiedersi se l’eventuale mancata qualificazione potrebbe pregiudicare la permanenza a Milano del tecnico toscano, che sull’argomento si pronuncia così: “Non devo pensare a questo, il mio obiettivo è lavorare sul campo e avere le riposte giuste dai calciatori. Non so cosa pensano in società e chi mi dovrà giudicare“.
L’Udinese è dunque una avversaria da superare per continuare a sperare ed esorcizzare la sconfitta dell’andata, che minò l certezze di una squadra fino a quel momento capace di mantenere un passo da grande: “Nessuno è contento di quel periodo che abbiamo passato, ma continuando a lavorare come abbiamo fatto potremo arrivare presto a misurarci con quelle squadre che ci stanno davanti. Siamo cresciuti,abbiamo assunto una personalità che ci consente anche di analizzare meglio quanto facciamo in partita. La classifica può ancora darci delle soddisfazioni,magari ridarci quello che abbiamo perso per strada“.

  •   
  •  
  •  
  •