Walter Zenga sprona il Crotone: “Contro il Napoli sarà una battaglia”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Gli ultimi novanta minuti saranno assolutamente infuocati per il Crotone, obbligato a vincere contro il Napoli, al “San Paolo”, per tentare di acciuffare all’ultimo respiro la permanenza in A. I pitagorici, in classifica, sono terzultimi con trentacinque punti all’attivo, a pari merito con la Spal, la quale, però, è in vantaggio rispetto ai calabresi negli scontri diretti. La banda guidata da Walter Zenga, quindi, non solo dovrà provare ad espugnare l’impianto di Fuorigrotta che si prevede stracolmo in ogni ordine di posto, quanto piuttosto sperare che gli estensi non vincano contro una Samp che non ha più nulla da chiedere a questo campionato.

L’importanza della posta in palio e la tensione accumulata in settimana è stata espressa chiaramente dal tecnico Walter Zenga, il quale durante la conferenza stampa, tenutasi ieri, ha dichiarato: “Dovrò tenere la squadra sempre in partita, perché non si sa mai quello che può succedere. Perché ho visto quello che abbiamo fatto, il modo in cui abbiamo lavorato, siamo cresciuti, abbiamo acquisito consapevolezza e mi darebbe un enorme dispiacere non riuscire a centrare la salvezza”.

Per poi aggiungere: “Sono sull’orlo di un esaurimento, non dico di piangere vendendo Rocky IV, ma quasi. Ci sono ancora 90 minuti ed io me la vado a battagliare. Domenica scorsa mi sono tappato le orecchie, non sapevo i risultati. Volevo estraniarmi completamente perché volevo restare concentrato sulla partita, volevo solo vincere. Contro il Napoli sarà diverso, sarà una partita tostissima per l’adrenalina, la tensione; per il fatto che pensi a mille cose, a come può andare e puoi basarti solo sulle tue forze”.

Per quanto concerne l’undici che affronterà gli azzurri, l’Uomo Ragno dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Cordaz tra i pali, Faraoni e Martella esterni di difesa, centralmente agirà la coppia Ceccherini-Capuano. A centrocampo fiducia a Barberis, Mandragora, fresco di convocazione in Nazionale maggiore e Rohden, mentre in avanti Simy sarà supportato ai lati da Trotta e Nalini. Il Crotone non avrà altra possibilità che espugnare un “San Paolo” in cui in questa stagione, in campionato, solo Juventus e Roma sono riuscite a violarlo. Inoltre dovrà sperare che le avversarie delle dirette concorrenti invischiate in piena bagarre per non retrocedere facciano il proprio dovere con il massimo impegno e professionalità, altrimenti lo scenario più plausibile che si materializzerà sarà quello di un ritorno nel purgatorio della B.

  •   
  •  
  •  
  •