Calciomercato Inter: Politano pronto per le visite, Odgaard ai saluti

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui
during the Serie A match between FC Internazionale and UC Sampdoria at Stadio Giuseppe Meazza on October 24, 2017 in Milan, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

In estate il dg Antonello, subito dopo la conquista della Champions League dopo sei anni, aveva dichiarato che la società avrebbe fatto di tutto per costruire una squadra all’altezza delle tre competizioni (Serie A, Champions League e Coppa Italia) e che sarebbero stati tutti calciatori ideali per il modo d’intendere calcio del mister Luciano Spalletti. Così dopo gli arrivi già annunciati a stagione in corso di De Vriji, Asamoah e Lautaro Martinez, arrivano anche il tanto corteggiato Radja Nainggolan e l’esterno tanto chiesto dall’allenatore ex Roma: Matteo Politano.
L’esterno del Sassuolo, dopo essere stato accostato più volte al Napoli e alla Roma a Gennaio, ha pressato la società affinché si trovasse una soluzione a questa trattativa che, l’ormai ex esterno dei ‘neroverdi’, ha visto come l’occasione della carriera. Il giocatore è rientrato dal suo viaggio di nozze e nel pomeriggio è atterrato a Milano per sostenere almeno la prima parte delle viste mediche previste, che saranno completate Sabato.

Leggi anche:  Champions League: risultati e classifiche dopo la 4a giornata.

Calciomercato Inter: la Trattativa Politano
Come sa bene il Napoli e De Laurentiis con Squinzi, il patron del Sassuolo, non è facile trovare un accordo che convinca la società ‘neroverde’ a cedere uno dei suoi gioielli più pregiati. Molto probabilmente a fare la differenza è stata la volontà del calciatore di vestire la maglia nerazzurra. Dopo tanti incontri tra le due società, Politano arriverà in prestito oneroso (5-7 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a ulteriori 20 milioni. A differenza delle notizie emerse nei giorni scorsi, come contropartita tecnica è rientrato solo un calciatore (Odgaard) rispetto ai due previsti dai vari quotidiani nazionali. Il talento scuola Inter è stato valutato 5 milioni e i nerazzurri potranno far valere la recompra di 5 milioni per il primo anno e 10 nel secondo anno.

Leggi anche:  Stefano Tacconi ricorda Maradona: "Il gol che mi fece su punizione è stato il secondo più bello di sempre"

Le parole di Nainggolan

La ciliegina sulla torta degli acquisti compiuti dall’Inter fino ad ora è certamente rappresentata da Radja Nainggolan. L’ormai ex centrocampista della Roma è arrivato a vestire la casacca nerazzurra ai margini di un’operazione dal valore di trentotto milioni di euro (tra Cash e contropartite tecniche). Il centrocampista belga si è presentato ai suoi nuovi tifosi in conferenza, parlando delle motivazioni che lo hanno spinto a scegliere l’Inter, del rapporto con Spalletti, degli obbiettivi stagionali e tanto altro.

Nel commentare le sue sensazioni nel vestire la maglia dell’Inter, il Radja dichiara: “Ringrazio tutti. Sono contento di essere qui, non vedo l’ora di cominciare questa avventura. L’Inter mi ha voluto fortemente. Se con me si può vincere lo Scudetto? Spero di vincere qualcosa anche personalmente, dato che non mi è successo. Ritrovo un allenatore con cui mi sono trovato molto bene. Si possono ottenere risultati e al più presto possibile vincere qualcosa”.

Leggi anche:  Europa League - Milan, Castillejo: "Vogliamo battere il Lille"

Per quanto riguarda il suo rapporto con il tecnico Luciano Spalletti: “È stato tra quelli che mi hanno convinto di venire all’Inter, ma non solo: sicuramente ritrovarlo è un bene. Conosco già il suo modo di lavorare. La scelta è stata fatta anche perché conosco bene il suo modo di gestire la squadra”.

Il centrocampista belga invece, parlando della prossima stagione, afferma: “Un campionato non è basato solo sulla Champions. Va vissuto su più fronti. Abbiamo degli obiettivi e li dobbiamo seguire tutti, poi vedremo dove si arriva. Mettere una buona parola per Dembele del Tottenham? Sta facendo il Mondiale e non lo stresserò per il mercato. È un mio grande amico, un giocatore forte”.

  •   
  •  
  •  
  •