Cosenza-Siena: l’attesa sta per finire, sarà delirio silano o apoteosi bianconera?

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui

Fonte Robur Siena – Fabio Di Pietro

L’attesa sta per finire, sabato 16 giugno a Pescara ci sarà l’attesissima finale dei play off di Lega Pro, una finale che vedrà opposte Cosenza e Siena. Sicuramente due sorprese di questa lotteria che sta per terminare, sopratutto i silani, che dopo un campionato titubante e discontinuo hanno dato il meglio di se’ in questi play off. Il Siena era da annoverare tra i favoriti per la promozione in serie cadetta, non bisogna però dimenticare che i toscani in semifinale hanno fatto fuori il Catania, gli etnei erano i favoriti d’obbligo per la vittoria dei play off.

Delle due compagini arriva un po’ meglio il Cosenza di Braglia, i toscani dovranno fare la conta degli squalificati, visto e considerato che avranno quattro uomini out per squalifica e un elemento in dubbio per infortunio. I silani dovranno rinunciare allo squalificato Pascali, ma possono consolarsi con il rientro dell’altro centrale Dermaku, quest’ultimo reduce dal turno di squalifica scontato nella semifinale vincente contro il Sud Tirol. Il Cosenza sembra avere qualcosa in più rispetto agli avversari, sopratutto in avanti, dove Piero Braglia può disporre di quattro attaccanti del calibro di Okereke, Tutino, Baclet e Perez.

Quel che più ha impressionato nei calabresi è la capacità di rimanere attaccati al match per tutti i 90 minuti, cosa che in campionato succedeva in modo sporadico e occasionale. Da sottolineare anche la quadratura di squadra dimostrata dai lupi in questi play off, insomma, per scardinare questo Cosenza servirà un Siena al top. Una finale che si giocherà in gara secca, come ben si sa quando si gioca in gara unica non ci sono favoriti, anche se come detto in precedenza i silani sembrano avere qualcosa in più dei bianconeri. Ora la palla passa al campo, tra poco più di 48 ore conosceremo il nome della neo promossa in Serie B. L’auspicio è che vinca il migliore, sperando che lo sport sia sempre al centro dell’attenzione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,