Inter, ecco Nainggolan: “Finora non ho vinto nulla, ma è giunto il momento di farlo”. Indosserà il numero 14

Pubblicato il autore: Martina Gramaglia Segui

Cercato, voluto e adesso ufficializzato. Radja Nainggolan è stato presentato in conferenza stampa come un nuovo giocatore dell’Inter. Già la scorsa stagione si era parlato di un forte interesse del club nerazzurro nei confronti del centrocampista della Roma, approdato nella Capitale nel 2014. Cinque lunghe stagioni con la casacca giallorossa, l’ultima conclusa con 42 gettoni di presenza, 6 gol e 11 assist, tra Serie A e Champions League. Adesso archiviata l’esperienza capitolina, per il 3oenne belga è arrivato il momento giusto per affrontare un’altra stimolante avventura: nuova città, Milano e nuova squadra, quell’Inter convinta di aver trovato in Radja la pedina giusta per il salto di qualità a centrocampo.
Un affare costato 38 milioni di euro, 24 di questi cash e i restanti in contropartite tecniche: ai giallorossi approdano Santon e Zaniolo e un contratto per il calciatore da 5 milioni di euro più bonus fino al 30 giugno 2022, quando di anni Nainggolan ne avrà 34.

Leggi anche:  Dove vedere Inter-Real Madrid Champions League, streaming live e diretta tv Mediaset?

Radja Nainggolan – Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

OBIETTIVI CHAMPIONS E CAMPIONATO

Radja è apparso sereno e convinto della decisione presa, salutata come la grande opportunità per poter sollevare qualche importante trofeo. “Qua all’Inter spero di vincere qualcosa. Voglio farlo anche per me. Fino ad ora non è successo ma ritengo sia arrivato il momento di farlo”. Sulla panchina il belga ritroverà Luciano Spalletti, un allenatore che nella sua esperienza romana è stato fondamentale e che ha giocato un ruolo chiave nel suo trasferimento a Milano: “E’ stato tra coloro che mi ha convinto a venire, ritrovarlo è solo un bene. Conosco il suo modo di lavorare e la mia scelta è legata anche al fatto che so come è abituato a gestire la squadra”. Nessun commento sull’addio alla Roma: “Non intendo guardare al passato, ma solo al presente. Poteva finire diversamente ma più di questo non voglio aggiungere”. Grande fiducia da parte di Nainggolan nei confronti dell’intero gruppo, che può anzi deve puntare in alto: “Sicuramente il ritorno dell’Inter in Champions è molto stimolante, ma non sono qui solo per l’Europa, probabilmente sarei arrivato lo stesso. La stagione va vissuta su tutti i fronti. Voglio giocarmi tutti gli obiettivi”.

MAGLIA NUMERO 14

Leggi anche:  Inter, Conte: "Non ci sono alternative, dobbiamo vincere"

Nel corso della conferenza è stato annunciato anche il numero di maglia scelto dal giocatore belga: sarà il 14. Un numero che nella storia nerazzurra è stato indossato da centrocampisti del calibro di Veron, Simeone, Vieira e Di Biagio: senz’altro un notevole responsabilità ma anche un buon auspicio in vista della prossima stagione. E in tale prospettiva Radja scalpita: “Non vedo l’ora di cominciare. Mi auguro di ripagare la grande fiducia della dirigenza e del mister. Se il mio arrivo colmerà il gap con la Juve? Loro vincono da tanti anni, magari prima o poi sbaglieranno. Il mercato è ancora lungo, spero che la mia presenza e quella di chi si unirà in futuro possano dare un contributo importante. Del resto le somme si tirano alla fine”.

CAPITOLO BELGIO

Leggi anche:  Piccinini su Conte: "L'Inter non ha avuto ferocia? Troppo semplice. A questo punto anche io potrei fare l'allenatore"

Intanto questa sera un Belgio sempre più spumeggiante, affronterà l’Inghilterra per il primato nel gruppo G ai Mondiali di Russia e l’assenza pesa abbastanza sullo stato d’animo di Nainggolan che ha trovato il giusto compromesso per non soffrire troppo: “Non sto seguendo troppo. Mi sto godendo un po’ di più le vacanze. Guardare le partite mi ricorderebbe che non ci sono e mi farebbe male. Adesso sono sereno e riesco a superare questo momenti. Testa solo all’Inter”.

  •   
  •  
  •  
  •