Mondiali 2018, la Croazia rovescia l’Argentina di Messi

Pubblicato il autore: Barbara Maugeri Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Serata indimenticabile, quella di giovedì, per la Croazia che ha raggiunto per la seconda volta nella sua storia alla fase a eliminazione diretta della Coppa del Mondo con la netta vittoria per 3-0 sull’Argentina che ha lasciato Lionel Messi inermi di fronte un altro flop.

La vittoria grazie ai gol di Ante Rebic, Luka Modric e Ivan Rakitic ha seguito il successo per 2-0 contro la Nigeria nella loro partita d’esordio nel fine settimana e ha ricordato la qualità di una  squadra che ha attirato poca attenzione in vista delle finali. L’ultima volta che la Croazia ha raggiunto la fase a eliminazione diretta ai Mondiali è stata nel 1998, quando ha concluso il torneo posizionandosi al terzo posto.

Leggi anche:  Prva Liga croata: l'Osijek ferma la Dinamo Zagabria, rinfrancando tutti

Un errore commesso dal portiere argentino Caballero ha portato i croati in vantaggio nel secondo tempo. Vantaggio sfruttato per aggiungere altri due gol mentre l’Argentina ha subìto la sconfitta più pesante in 60 anni nel primo turno. L’errore ha scatenato reazioni diverse. Mentre la Croazia sembrava rilassarsi e proteggere il proprio vantaggio, l’Argentina diventava sempre più frustrata e disperata. Modric ha poi mostrato la sua qualità con un tiro da fuori area per raddoppiare il vantaggio nell’80 ° prima che Rakitic colpisca un calcio di punizione contro la traversa poco dopo.

L’obiettivo più importante è stato raggiunto. Ne siamo estasiati “, ha detto il capitano Luka Modric, autore del secondo gol che ha effettivamente confermato il risultato finale della partita. “Il nostro gioco di squadra, in particolare nel secondo tempo, è stato eccellente. Abbiamo tagliato fuori Messi, gli abbiamo impedito di ricevere il pallone. “

Anche in questa partita Messi è stato in gran parte anonimo e fuori dal gioco. Per il fuoriclasse del Barcellona, lo spettro di non riuscire ancora a vincere un titolo importante con l’Argentina. Potrebbe essere finita martedì prossimo quando l’Argentina completerà la fase a gironi affrontando la Nigeria a San Pietroburgo.

  •   
  •  
  •  
  •