Mondiali Russia 2018: la “Pulce” si trasforma in leone affamato: l’Argentina ai piedi di Leo Messi

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui

Lionel Messi – Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Stop a seguire, accelerazione repentina e destro micidiale, la classe di Leo Messi è tornata in prima pagina. Sono state settimane dure per il fuoriclasse quelle vissute ai Mondiali di Russia, prima il rigore sbagliato contro l’Islanda all’esordio, subito dopo la prestazione opaca contro la Croazia e successivamente le critiche feroci che ha dovuto subire da ogni parte del mondo. La “Pulce” ha sopportato tutto ciò in silenzio, rispondendo sul campo a modo suo nella giornata di ieri, giornata in cui ha trascinato l’Albiceleste agli ottavi di finale dei Mondiali di Russia. Una rete magica nella prima frazione di gioco, per lo più con il suo piede debole, quel destro che gli ha regalato una rete veramente formidabile.

Leggi anche:  Maradona, omaggio del PSG, ma Icardi scatena la polemica

L’argentino è stato presente in tutte la trame di gioco dell’Argentina, dai suoi piedi sono partite le azioni più pericolose della squadra di Sampaoli, una nazionale che togliendo Messi si è dimostrata poca cosa. Sampaoli ci ha messo del suo lasciando in panchina un talento puro come Dybala, per il mancino della Juventus non c’è stato spazio nemmeno a gara in corso. Buon per l’Argentina che alla fine è arrivata una qualificazione insperata fino a pochi minuti dalla fine, ci ha pensato il difensore Rojo a far sorridere l’appassionato popolo argentino. Ora ci sarà l’ottavo di finale contro la Francia, una sfida sulla carta proibitiva, visto e considerato che la nazionale argentina è apparsa nettamente inferiore alle avversarie.

Con un Messi così nulla è impossibile, Leo è riuscito finalmente a sbloccarsi, contro la Francia sarà fondamentale il suo apporto. Servirà anche il migliore Higuain, contro la Nigeria il “Pipita” ha deluso, non sfruttando la chances che Sampaoli gli ha concesso. Merita un plauso il portiere Armani, chiamato a difendere la porta argentina dopo l’esclusione di Caballero, il portiere del River Plate ha risposto alla grande con alcuni interventi prodigiosi. Dopo un girone al cardiopalma l’Argentina potrebbe rivelarsi la sorpresa dei Mondiali di Russia, il peggio è passato, da questo momento nessuno può permettersi passi falsi.

  •   
  •  
  •  
  •