Zeman contro la Juventus: “36 scudetti? Forse non si rende conto di quello che è successo”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui


Zdenek Zeman
torna a far parlare di sé. Il settantunenne allenatore boemo, reduce dall’esonero avvenuto lo scorso 4 marzo alla guida del Pescara e in scadenza di contratto, il prossimo 30 giugno, proprio con il club abruzzese, ha rilasciato un’intervista assai interessante ai microfoni di Radio Kiss Kiss in cui non ha lesinato giudizi sul Napoli, sull’avvicendamento in panchina tra Sarri e Ancelotti, sulle favorite per la conquista del titolo di Campione del Mondo ed ovviamente non è mancata la consueta punzecchiatura nei confronti della Juventus.

Innanzitutto, partendo dal suo immediato futuro, Zeman ha smentito qualsiasi tipo di possibilità che nella prossima stagione possa accomodarsi sulla panchina della Sambenedettese, in quanto la società marchigiana, qualche settimana fa, aveva espresso la volontà di corteggiare il tecnico boemo, ma l’ex, tra le altre, di Lazio, Roma e Napoli ha glissato la proposta, ribadendo di non aver nessuna intenzione di scendere in serie C. Tornando ai temi sopra elencati, Zeman si è così espresso in merito al campionato svolto dal Napoli, evidenziando una simpatia per i colori azzurri: “Il Napoli ha giocato un gran calcio, peccato non sia riuscito a vincere. Scudetto? Simpatizzo per il Napoli, anche perché lì c’è Lorenzo Insigne che ho avuto con me”.

Per quanto riguarda, invece, il cambio in panchina con l’arrivo di Carlo Ancelotti al posto di Maurizio Sarri, questo il giudizio dell’allenatore boemo: “Un pò dispiace che Sarri vada ad allenare fuori dall’Italia e al Chelsea, ma è bello che sia tornato Ancelotti. E’ un grande allenatore però è anche vero che molto dipenderà da cosa farà il Napoli sul mercato”. Spostando il focus, invece, sul Mondiale in Russia, questa la previsione di Zeman in merito a chi possa laurearsi Campione del Mondo: “Tra le europee vedo favorite Francia, Spagna, Germania e anche il Belgio che può essere una sorpresa. Tra le sudamericane, come sempre, dico Argentina e Brasile”.

Infine, non può mancare la classica frecciata al vetriolo nei riguardi della Juventus, società con la quale non scorre affatto buon sangue. Stavolta al centro della diatriba vi sono i 36 scudetti rivendicati con orgoglio dalla Vecchia Signora. Stuzzicato su questo aspetto, l’ex tecnico del Pescara ha precisato: “La Juventus esibisce 36 scudetti? Forse non si rende conto di quello che è successo ….” , rimarcando in maniera nemmeno poi tanto velata quanto accaduto durante il processo “Calciopoli”. Trascorrono gli anni e Zeman resta costantemente un personaggio mai banale, pronto ad emettere sentenze ogniqualvolta venga chiamato in causa.

  •   
  •  
  •  
  •