Ronaldo: “Cuper è il peggior allenatore mai avuto. Quella botta tremenda sul petto…”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui
MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Ronaldo e il suo addio doloroso all’Inter. Il 31 agosto 2002 il fenomeno brasiliano fu ceduto al Real Madrid per una cifra di 45 milioni di euro dopo cinque anni trascorsi in nerazzurro con 59 reti in 99 presenze. Ronaldo aveva appena vinto da protagonista il Mondiale 2002 con la nazionale brasiliana e aveva segnato due goal nella finale contro la Germania. Il motivo della sua decisione di lasciare l’ambiente interista era legato al complicato rapporto con l’allenatore argentino Hector Cuper. A distanza di 15 anni l’ex giocatore brasiliano, opinionista per Sport Tv, è tornato a parlare di quel periodo nel prepartita della sfida Egitto-Uruguay, essendo ora Cuper allenatore dei faraoni. Il Fenomeno non ha peli sulla lingua: “Ho avuto Cuper nell’Inter e la mia storia nel club nerazzurro è finita molto male per colpa sua. Eppure lui ha continuato, evidentemente ha il miglior agente del mondo. Io stavo recuperando dalla mia operazione, volevo giocare ma non avevamo un buon rapporto. Non avrei mai pensato di dover dire al presidente di scegliere tra me e l’allenatore e, con mia grande sorpresa, il presidente scelse l’allenatore. Alla fine l’esito è stato comunque meraviglioso perché sono andato a giocare nel Real Madrid”. 


Ronaldo ricorda in particolare alcuni dettagli molto discutibili: “Dovevamo correre per 4 chilometri ogni giorno, c’erano dettagli nei suoi metodi che creavano problemi ai calciatori. Poi ti dava una botta tremenda sul petto quando entravi in campo. Cuper è senza dubbio il peggior allenatore mai avuto

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: