Serie B, aperta un inchiesta su Spezia-Parma da parte della Figc per sms sospetti

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui


Per il Parma non c’è pace. Neanche il tempo di festeggiare la promozione diretta in Serie A, dopo una stagione pazzesca, e già arrivano le prime grane per la società emiliana. La procura federale della Figc, ha infatti aperto un inchiesta sul match Spezia-Parma, che ha decretato l’ approdo nel massimo campionato dopo il 2-0 sullo Spezia.

Come si legge dal sito della Gazzetta dello Sport, è stata aperta un’inchiesta su Spezia-Parma, quel 0-2 che ha riempito di felicità la città emiliana mandando direttamente in A la squadra allenata da Roberto D’Aversa, grazie anche al colpo di scena del pareggio del Foggia a Frosinone nel pieno dei minuti finali di recupero. Nei giorni scorsi, la procura federale della Figc, ha ascoltato due calciatori della squadra ligure, Filippo De Col e Alberto Masi (il primo regolarmente in campo nel match sotto inchiesta, il secondo in panchina), e due dirigenti: il team manager Leonar Pinto e l’ a.d. Luigi Micheli. Il motivo principale riguarda dei sospetti messaggi inviati da due giocatori crociati qualche giorno prima dell’ attesa sfida promozione.

Il fascicolo è gestito naturalmente con grande riservatezza e prudenza, “siamo ancora all’inizio della fase istruttoria, si deve capire ancora lo spessore della vicenda, e se agli sms «criptici» la Procura ha potuto o potrà aggiungere qualche ulteriore elemento in direzione dell’ipotesi della partita combinata, anche nell’ipotesi che si sia trattato solo di un tentativo non andato a buon fine”, le parole pronunciate da un responsabile. Una cosa è certa: l’articolo 7 del codice della giustizia sportiva della Figc parla così riguardo ad un illecito sportivo. “Il compimento, con qualsiasi mezzo, di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo

Spezia-Parma, Il contenuto dei messaggi

Nei messaggi ora al vaglio della Federcalcio, ci sarebbero stati riferimenti ambigui alla prestazione dello Spezia, quasi un invito a non metterci troppo cuore magari spingendo anche sulle differenti motivazioni di classifica, considerato anche che i padroni di casa sono già fuori da qualsiasi discorso playoff. Insomma, una situazione che ha portato giocatori e società a mettere in pre-allarme gli ispettori della Procura, che hanno così iniziato a investigare prima del match e fino all’inizio delle audizioni a Roma, data in cui società e giocatori saranno chiamati a testimoniare sul contenuto degli sms e su eventuali forme di pressione in vista della partita.

Spezia-Parma, le possibili conseguenze per gli emiliani

Nel caso in cui venissero accertate queste irregolarità da parte della procura federale della Figc, per la squadra emiliana, potrebbero esserci ripercussioni sul cammino in Serie A. L’eventuale coinvolgimento di altri tesserati del Parma, e soprattutto del club, attiverebbe un processo sportivo che potrebbe mettere a rischio la conquistata serie A del Parma, poichè il club emiliano ha chiuso in classifica a pari punti con il Frosinone (a decidere è stata la differenza reti negli scontri diretti), «condannato» ai playoff. Uno scenario clamoroso, ma ancora da verificare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,