Calciomercato Inter, il punto: Spalletti si gode i nuovi acquisti, ancora caccia al sostituto di Cancelo

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 21: Matias Vecino of FC Internazionale Milano celebrates his goal during the Serie A match between FC Internazionale and AS Roma at Stadio Giuseppe Meazza on January 21, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Matias Vecino, Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews


Luciano Spalletti
, lo scorso 24 Maggio, ai margini della conferenza di fine anno che si era tenuta nel Centro Sportivo Suning, si era così espresso in merito alle domande che lo ‘punzecchiavano’ in tema calciomercato: “Di esterni destri ne abbiamo due per il momento e serve un giocatore che possa essere superiore a quelli che abbiamo, altrimenti è un no. Centrocampista centrale? Ci serve un centrocampista come Rafinha, con qualità, che galleggi tra mediani e attaccanti, il trequartista che non si fa risucchiare dai centrocampisti e non si fa marcare dai difensori avversari. Esterno a sinistra? A noi servono un paio di calciatori che puntano l’avversario e lo saltano, che guardano in faccia l’avversario e ti vado sopra anche se cerchi di fermarmi, bravi nell’uno contro uno a mettere in difficoltà gli avversari. Che creano superiorità numerica. Seconda punta? Quella ce l’abbiamo perché Lautaro è un giocatore che gioca lì, è un attaccante mobile che può anche fare la seconda punta all’occorrenza se c’è da forzare.”

Leggi anche:  Perugia, Serie B Femminile, Lucrezia Di Fiore: 'Stiamo lavorando sodo nonostante la difficile situazione'

A distanza di poco più di un mese, l’ex tecnico della Roma, si può considerare abbastanza soddisfatto per quanto fatto dalla propria dirigenza che ha messo nel mese di Giugno ben cinque acquisti: De Vriji, Asamoah, Martinez e, soprattutto, Nainggolan (quel centrocampista di qualità tanto richiesto) e Politano (un esterno capace di saltare l’uomo e far goal). Il tutto è stato fatto senza sforare le regole del Fair Play Finanziario, in quanto Ausilio ha ceduto gran parte dei suoi gioielli della Primavera (molti con diritto di ‘recompra’) generando delle plusvalenze di circa 50 milioni di euro. Insomma, il mese appena passato, si può definire un vero capolavoro economico-finanziario della dirigenza nerazzurra e la sensazione è che i colpi non siano terminati.

Calciomercato Inter: alla ricerca di un terzino

Leggi anche:  Khedira entra nel mirino del Milan: la Juve aspetta

Dopo non aver esercitato il diritto di riscatto di Cancelo entro fine Maggio e il passaggio del calciatore portoghese alla Juventus, l’Inter è alla ricerca di almeno un altro terzino per poter affrontare al meglio le tre competizioni della prossima stagione (Serie A, Champions League e Coppa Italia). Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, la dirigenza nerazzurra ha puntato gli occhi su quattro calciatori in particolare: Florenzi, Vrsaljko, Zappacosta e Aleix Vidal.
Per quanto riguarda il calciatore della Roma, in scadenza nel prossimo anno, le parti stanno facendo fatica a trovare un accordo sul rinnovo e, l’interessamento dell’Inter, rende tutto più complicato. Monchi offre al calciatore giallorosso 3 milioni a stagione, mentre l’Inter gli offre oltre 4 milioni. Sicuramente la trattativa non sarà semplice anche in virtù  del legame che tiene legato Florenzi alla capitale. Per quanto riguarda Vrsaljko, impegnato in questi giorni al Mondiale di Russia, l’Atletico apre per la cessione del calciatore con la formula del prestito con diritto di riscatto ma la quotazione dei madrileni viene valutata come troppo alta per i nerazzurri (25 milioni circa). Per l’ex terzino del Torino, Zappacosta, invece non sembrano esserci margini per imbastire una trattativa in virtù della richiesta molto alta del Chelsea, di circa trenta milioni. Proprio per le difficoltà riscontrate da questi ‘obbiettivi’ che l’Inter riapre la pista Aleix Vidal che, nel Barcelona, non è riuscito a trovare quella continuità tale per mostrare tutte quelle qualità che lo avevano contraddistinto al Siviglia.

  •   
  •  
  •  
  •