Chelsea, Sarri avrà un’area fumatori riservata all’interno di Stamford Bridge

Pubblicato il autore: Martina Gramaglia Segui

Il lupo perde il perde il pelo ma non il vizio. Questo proverbio potrebbe adattarsi perfettamente a Maurizio Sarri. Già perché nella vita dell’ex tecnico del Napoli ci sono state parecchie novità. Dopo l’addio al club partenopeo, esperienza durata per tre stagioni, il mister toscano ha detto “Yes” a una nuova avventura: allenare in Premier League. Sarri siederà per tre anni sulla panchina del Chelsea, squadra blasonata e dalle grandi ambizioni, che dopo il rapporto tormentato con Antonio Conte, ci riprova con un altro allenatore del Belpaese. Nuova lingua e nuovo stile di vita. Ma soprattutto nuove regole per il campionato d’Oltre Manica, che non vanno esattamente d’accordo con le abitudini di Sarri, come quella di fumare a bordo campo.

Il CHELSEA “VIZIA” SARRI

Leggi anche:  Auriemma: "Cuadrado guarito dal Covid e migliore in campo contro il Napoli? La sua cura potrebbe salvare la popolazione mondiale" (VIDEO)

 

(Foto di Maurizio Lagana/Getty Images – scelta da Supernews )

Nonostante i rigidi divieti, tuttavia, il club inglese avrebbe deciso di assecondare l’abitudine del neo tecnico, anche per favorirne l’adattamento senza sradicarlo dal proprio stile di vita. Infatti, secondo quanto riferisce il tabloid britannico Mirror, la società si starebbe attivando per la realizzazione di un’area fumatori: si tratterebbe di un box dedicato interamente a Sarri, in modo tale che l’allenatore possa fumare le proprie sigarette in totale tranquillità anche prima del fischio d’inizio, almeno per i match casalinghi. Difficile che la cosa possa avvenire anche in trasferta. Un vero e proprio regalo da parte del club di Stamford Bridge, voglioso di entrare subito in sintonia con l’ex mister azzurro.

Indiscrezioni del Sun, invece, rivelano che Sarri sarebbe pronto a farsi spedire dall’Italia non solo le sue amate sigarette ma anche mozzarelle, carne e caffè. Da buon italiano, sì all’esperienza estera, ma guai a dimenticare le radici e le buone abitudini.

  •   
  •  
  •  
  •