Cristiano Ronaldo da record, da solo in 9 anni ha segnato più della Juventus

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Una macchina, un extraterrestre, un robot. Tanti, troppi, sono gli appellativi riferiti a Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ha monopolizzato l’attenzione Mondiale a suon di prestazioni inumane e di titoli vinti. La sua capacità di trascinare club e nazionale alla vittoria lo ha portato nell’olimpo dei più forti di sempre. Accesissima è la rivalità con Lionel Messi, con il quale detiene lo stesso numero di Palloni d’oro vinti, e la voglia di dimostrare, anche a 33 anni il suo immenso valore. Per questo Cristiano ha scelto la Juventus. Niente Cina, Giappone, Stati Uniti o Emirati Arabi. L’Italia, paese dalla grande tradizione calcistica, è già in fermento dal momento dell’ufficialità e Ronaldo ha una missione da portare a termine. Eh già, perchè la vecchia signora non conquista la Champions dal 1996, esattamente 22 anni fa, ed il nuovo acquisto di competizioni internazionali se ne intende. In quella finale c’era l’Ajax, una grande realtà dell’epoca, adesso l’elite del calcio europeo è divisa tra Spagna e Inghilterra, con Germania ed Italia leggermente attardate. Negli ultimi anni la Juventus ha speso tanto, ha speso bene. Ma niente. Due finali perse e la tristezza di chi arriva ad un passo dal traguardo e vede svanire il sogno. In un’occasione ci ha pensato proprio Cristiano, a rispedire i bianconeri sulla terra. Ora, il portoghese, tramite la sua grande esperienza, ha il dovere di prendere per mano tutti e condurli alla coppa dalle grandi orecchie. Davvero curiosa è la statistica che confronta i gol segnati dalla Juventus e da Ronaldo in Champions.

Leggi anche:  Milan-Atalanta 0-3: super Ilicic, la Dea cala il tris a San Siro

120 a 105 per Ronaldo, un’impressionante continuità

No, non è una barzelletta. Cristiano Ronaldo, dalla prima esperienza al Manchester United ad oggi, ha segnato da solo più gol dell’intera Juventus negli ultimi anni. La classifica è impietosa: 120 reti a 105. Una continuità ed una forza mentale che appartengono al personaggio, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e obiettivi. Per ben sette volte il portoghese ha vinto il premio di capocannoniere della competizione, di cui quattro consecutivi. Sono cinque i trionfi, contro i soli due dei bianconeri. Se si pensa al fatto che la Champions, per chi arriva in finale, sia composta da 13 partite, si può notare la media spaventosa di Cristiano. Più di un gol a partita, senza disputarle tutte. Il suo segreto? L’incapacità di porsi dei limiti, l’essere sempre un passo avanti agli altri e la giocata decisiva quando conta. Son recenti gli studi sull’incredibile fisico del portoghese che, a 33 anni, assomiglia a quello di un 20enne. Massa grassa inferiore alla media, muscolare di gran lunga superiore ed un’elevazione mostruosa sono i risultati che hanno sbalordito il mondo intero.
La Juventus, dopo questo investimento (più corretto di acquisto), sarà costretta a sopportare l’etichetta di favorita per la prossima Champions League. Barcellona, Bayern, lo stesso Real Madrid, il Paris-Saint-Germain ed il Manchester City saranno le principali antagoniste, come negli ultimi anni. Occhio al Liverpool, vero e proprio exploit della scorsa stagione, con una rosa sempre più amalgamata anche se spazzata via recentemente da Ronaldo e company in finale. La vecchia signora ha tutte le carte in regola per sconfiggere la maledizione, adesso tocca a Massimiliano Allegri congiungere il puzzle.

  •   
  •  
  •  
  •