Italia, cosa fanno oggi i Campioni del Mondo a 12 anni dal trionfo

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui


Italia, cosa fanno oggi i Campioni del Mondo a 12 anni dal trionfo. Sono passati ben 12 anni dalla serata spettacolare di Berlino del 9 luglio del 2006. L’Italia di Marcello Lippi conquista il quarto titolo Mondiale della storia battendo in finale ai calci di rigore la Francia di Domenech. Una partita da cardiopalma, caratterizzata da 120 minuti di puro agonismo in cui entrambe le squadre hanno lottato duramente per portare a casa il trionfo. La nazionale azzurra è riuscita a emozionare l’Italia intera, riuscendo a unire tutti i tifosi, seppur di fede calcistica diversa. Ma che fine hanno fatto gli eroi di quel fantastico e leggendario trionfo Mondiale? Proviamo a scoprirlo.

Per quanto riguarda i portieri, non si può che cominciare da Gigi Buffon, l’unico
ancora in attività. L’estremo difensore, infatti, dopo aver difeso per ben 18 anni la porta della Juventus, ha lasciato i bianconeri firmando l’ultimo contratto della sua carriera con i francesi del Paris Saint Germain. Amelia e Peruzzi, invece, hanno entrambi appeso le scarpette al chiodo, intraprendendo il primo la strada di opinionista tv e il secondo la carriera politica. Tra i difensori, gli unici ancora in attività sono lo juventino Andrea Barzagli e Cristian Zaccardo, che milita nel campionato maltese nelle file dell’Hamrun Spartans. Cannavaro è l’allenatore dei cinesi dello Guangzhou Evergrande, Nesta ha da poco firmato per il Perugia, Grosso, invece, dopo le parentesi con la primavera della Juventus e in Serie B con il Bari, è il nuovo allenatore della neo retrocessa Verona. Zambrotta è l’assistente del rumeno Cosmin Olaroiu nello Jiangsu Suning, mentre Materazzi e Oddo sono entrambi alla ricerca di una squadra da allenare. L’ex interista, dopo aver vinto il campionato indiano nel 2015 con il Chennaiyin, è stato esonerato un anno dopo, reo di essere arrivato penultimo in classifica. Oddo, invece, ha iniziato l’ultimo campionato di Serie A sulla panchina dell’Udinese, ma, gli scarsi risultati ottenuti e l’incubo della retrocessione per la squadra friulana, hanno condotto al suo esonero a 4 giornate dal termine, sostituito da Igor Tudor.

Leggi anche:  Il Piano B del Barça continua a vincere, convincere e stupire. 3-0 a Budapest

Del centrocampo Campione del Mondo, l’unico ancora in attività è il romanista Daniele De Rossi. Andrea Pirlo ha dato un mese fa l’addio al calcio, Gattuso lo scorso novembre ha ereditato la panchina del Milan dopo l’esonero di Vincenzo Montella, mentre Simone Barone allena dall’estate del 2017 la formazione under-16 della Juventus. Mauro Camoranesi, invece, ha conseguito da poco il patentino UEFA B e UEFA A, dopo l’esperienza nella seconda serie messicana con i Cafetaleros de Tapachula. Infine, gli attaccanti che hanno fatto sognare i tifosi azzurri, hanno quasi tutti abbandonato il calcio giocato, ad eccezione di Alberto Gilardino, attualmente svincolato e reduce dall’esperienza in Serie B con la maglia dello Spezia. Francesco Totti è stato l’ultimo ad abbandonare la scena e adesso lavora al fianco di Monchi nella nuova Roma di Eusebio Di Francesco. Alex Del Piero e Luca Toni sono entrambi opinionisti in tv, mentre Filippo Inzaghi ha intrapreso la carriera da allenatore, ottenendo sin da subito grandi risultati. L’ex attaccante di Milan e Juventus, infatti, alla guida del Venezia ha portato i lagunari dalla Serie C alla Serie B, e l’anno successivo, sempre con i veneti è arrivato in zona play-off perdendo in semifinale contro il Palermo. Grazie a questi risultati, proseguirà la sua carriera da allenatore in Serie A sulla panchina del Bologna.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: