Mascherano saluta i propri tifosi: “sono stato molto felice”

Pubblicato il autore: LucMatt Segui

“Mascherano saluta i propri tifosi: “Sono stato molto felice. Grazie infinite a tutti e per tutto“. Queste sono state le semplici parole che Javier El Jefecito Mascherano ha scritto nelle sue pagine social e che rappresentano il punto finale dell’intenso ciclo avuto con la sua amata nazionale, l’Argentina.

Stanno facendo ancora il giro del mondo le immagini di Mascherano che, macchiato dal proprio sangue proveniente dal sopracciglio lungo la parte sinistra del volto, corre dietro l’arbitro durante la partita contro la Nigeria che ha qualificato all’ultimo respiro l’albiceleste agli ottavi di finale, poi persi 4 a 3 contro una Francia più tonica e dinamica. Ora, al termine di un ciclo lungo e tortuoso, fatto di tre finali raggiunte e di altrettante perse nelle ultime tre estati (due in Coppa America contro il Cile e una nella finale contro la Germania a Brasile 2014) è il momento dei saluti e dei cambiamenti per la Seleccion argentina.

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Mascherano, vicecapitano argentino di 34 anni, aveva già annunciato il suo ritiro dalla nazionale dopo l’eliminazione e oggi, con poche ma incisive parole, ha salutato e ringraziato i propri tifosi. In questi anni lo hanno inneggiato e glorificato, alcuni si sono tatuati addosso le sue frasi grintose, altri il suo numero di maglia – il 14 – e altri ancora il suo volto fatto di garra e amore per la propria nazionale. Tutto ciò nonostante el jefecito (il piccolo capo, o caporale) non sia mai riuscito, escluse le due olimpiadi di Atene 2004 e Pechino 2008, a portare un trofeo in giro per le strade di Buenos Aires, ma ci è andato vicino, molto vicino, e soprattutto quello che ha fatto è stato non rinunciare mai a provarci, anche da solo, anche col sangue, fino al limite delle proprie forze e delle proprie capacità.
Adesso toccherà ad un’altra generazione cercare di far innamorare e rendere fieri, al di là delle vittorie, i propri tifosi. Ci riusciranno?

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Maradona, la calciatrice spagnola Paula Dapena non rispetta il minuto di silenzio: "Era uno stupratore"