Maurizio Sarri al Chelsea diventa lo “Special Fun” per un tabloid britannico

Pubblicato il autore: Lorenzo Carrega Segui
NAPLES, ITALY - APRIL 08: Coach of SSC Napoli Maurizio Sarri gestures during the serie A match between SSC Napoli and AC Chievo Verona at Stadio San Paolo on April 8, 2018 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Maurizio Sarri, Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Non appena si è insediato sulla nuova panchina del Chelsea, Maurizio Sarri ha subito fatto parlare di sé. L’ex tecnico partenopeo è stato spesso al centro delle cronache per il suo modo di vestire.
A Napoli Maurizio Sarri non ha nascosto di preferire indimenti sportivi, una tuta o una maglietta semplice, al posto di una più impegnativa giacca e cravatta.
Questo è stato il suo atteggiamento per tutta la carriera. Lo stesso Maurizio Sarri è stato un uomo nuovo che si è affacciato nel calcio italiano. Uno a cui piace vedere il bel gioco, tanto che Sacchi lo ha sempre visto bene, preferendolo ad altri allenatori più vincenti e meno spettacolari di lui. Un esempio su tutti è Massimiliano Allegri, un allenatore più pratico e meno attento alla ballezza del gioco. Per lui conta il risultato finale, ma anche a Maurizio Sarri, solo che lui ha scelto una via più complicata per raggiungerlo.
Ora al Chelsea si presenta una grande opportunità, la possibilità di produrre risultati al suo gioco spettacolare. Il quotidiano britannico Sun, sulla pagina sportiva, sottolinea come Maurizio Sarri abbia tutta l’intenzione di portare il divertimento allo Stanford Bridge.
Per farlo non vuole certo privarsi degli interpreti giusti, di cui già dispone in rosa. Uno di questi è Eden Hazard, più volte accostato al Real Madrid nelle ultime ore, dopo la partenza di Cristiano Ronaldo direzione Torino.
Nella sua prima conferenza stampa Maurizio Sarri ha divertito parecchio il pubblico in sala con i suoi continui riferimenti alla bellezza del calcio, al gioco fatto di possesso palla e continuo pressing per recuperarla. Nella sua idea di calcio bisogna essere i protagonisti del gioco, non farsi schiacciare dagli avversari, ma porre in essere le proprie idee.
Ora ci sarà il campo che darà le sue sentenze, se vorrà favorire la sua squadra con le sue brillanti idee di gioco.

Leggi anche:  Portieri Juventus: Dino Zoff difende Szczesny e ha fiducia in Perin
  •   
  •  
  •  
  •