Mondiali 2018, ecco il Kazanazo: un grande Belgio batte il Brasile e approda in semifinale

Pubblicato il autore: Roberto Vitali Segui
ROSTOV-ON-DON, RUSSIA - JULY 02: Nacer Chadli of Belgium celebrates after scoring his team's third goal with team mates during the 2018 FIFA World Cup Russia Round of 16 match between Belgium and Japan at Rostov Arena on July 2, 2018 in Rostov-on-Don, Russia. (Photo by Kevin C. Cox/Getty Images)

Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Grandissima partita ieri sera alla “Kazan Arena” dell’omonima cittadina russa, che – dopo aver visto la Francia imporsi agli ottavi contro l’Argentina il 30 giugno – vede ora il Belgio affrontare ai quarti il Brasile

Dopo un palo del Brasile all’ottavo minuto del primo tempo – su angolo di Marcelo – ecco il Belgio che si fa pericoloso in campo avversario.
Al 13′ De Bruyne batte un calcio d’angolo – che Kompany riesce solo a sfiorare – ma ci pensa Fernandinho a toccarla quel tanto che basta per metterla in gol: il Belgio è in vantaggio sul Brasile dopo nemmeno 15 minuti di gioco. Il Brasile tenta subito il pareggio, con delle conclusioni a lunga distanza di Neymar – bloccato da Kompany – cui segue un tiro di Coutinho e dopo pochi secondi di Marcelo: conclusioni che tuttavia non impensieriscono l’ottimo Courtois, uno dei migliori in campo. Al 31′ è di nuovo il Belgio a farsi pericoloso: Lukaku parte palla al piede e, dopo un favoloso contropiede, passa la palla a De Bruyne, che con freddezza lancia un diagonale destro imperdibile nell’angolino: niente da fare per Allison, e Belgio quindi in vantaggio per 2 a 0 dopo solo mezz’ora di gioco! Ricordiamo che il Belgio non vince contro il Brasile dal 1963.
I verde-oro tentato in tutti i modi di recuperare, ma la difesa dei Diavoli Rossi non si fa sorprendere: dopo un bell’1-2 Countinho-Neymar, Kompany da grandissimo giocatore qual’è riesce a fermarli e dà inizio alla controffensiva del Belgio, fermata però senza troppi problemi dal portiere brasiliano.
Fine primo tempo: le squadre raggiungono gli spogliatoi con il Belgio in netta superiorità.

Leggi anche:  Basket, Eurolega: risultati e classifica dopo la 12a giornata

Nel secondo tempo il Brasile ingrana la marcia e comincia a farsi vedere sempre più spesso nell’area avversaria, ma i diavoli hanno una difesa straordinaria: da segnalare, infatti, un’ottima prestazione di Kompany e di Fellaini, che riesce a contenere tutte le azioni di Neymar.
Ottima prestazione anche di Hazard, l’unico in grado di fare reparto da solo, ed ovviamente di De Bruyne che – ricordiamo – dopo aver dato il via al primo gol della sua squadra, mette una grossa firma sulla partita con un gol strepitoso. Ma il Brasile ci crede, ed i suoi tifosi si fanno sentire: ecco quindi che al 30′ della ripresa Coutinho vede Augusto a centro area e lo serve con un tocco magistrale, che il numero 8 brasiliano non fatica ad infilare: 2-1 per il Belgio e la partita si riapre.
Adesso i tifosi brasiliani spingono la loro squadra, memori del “Mineirazo” di 4 anni prima, in cui il Brasile fu sconfitto per 7 a 1 dalla Germania in casa, nello stadio di Belo Horizonte.
Al 94′ Douglas Costa si smarca e passa a Neymar che, al limite dell’area, tenta la conclusione: una grandissima parata di Courtois salva il risultato, ed il Belgio vince per 2 a 1.
Contro ogni pronostico, i Diavoli Rossi eliminano il Brasile ed approdano al turno successivo, dove incontreranno i francesi.

Leggi anche:  Dove vedere Reggina Brescia streaming e diretta Tv Serie B

Ricordiamo che il Belgio non si qualificava ad una semifinale di Coppa del Mondo da Messico ’86, quando vide sfumare l’accesso alla finale da una doppietta di Maradona. Ormai il Mondiale è questione tutta europea, e siamo certi che questa squadra darà filo da torcere a tutte le favorite.

  •   
  •  
  •  
  •