Mondiali 2018: la Croazia arriva in semifinale dopo i calci di rigore

Pubblicato il autore: Roberto Vitali Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Quarti di finale che vedono in campo la Russia contro la Croazia, in questa fase dei Mondiali 2018.

Dopo aver sconfitto la Spagna agli ottavi, ora la squadra ospitante se la vedrà con il team allenato da Dalic, per guadagnarsi un posto nella semifinale a Mosca contro l’Inghilterra.
Dopo un avvio in sordina, finalmente al 31′ la Russia trova il vantaggio con Cheryshev, ma la Croazia ci crede pareggiando al 39′ con Kramaric.
Sembra che le squadre si studino per non dare nemmeno un metro di vantaggio agli avversari.
Nel secondo tempo – a parte un tentativo fuori di Peresic – la partita sembra ricalcare i primi quarantacinque minuti: si dovrà giungere ai tempi supplementari per vedere un’azione degna di nota: su calcio d’angolo della Croazia,  Vida riesce a saltare più in alto di tutti, ed infila la porta avversaria: 2-1 per la Croazia.
Per la Russia la partita è ormai tutta in salita: con Subasic infortunato tenta il tutto per tutto in area croata, ma è solo a 5 minuti dal termine del secondo tempo supplementare che la partita si riapre: calcio di punizione di Dzagoev, che mette la palla in area e Fernandes segna.
I russi adottano lo schema della Francia, che li ha visti trionfatori contro l’Uruguay: anziché Varan, il goleador questa volta è il calciatore brasiliano naturalizzato russo.

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Non cambierò modulo"

Partita nuovamente in parità, e si va ai calci di rigore: una vera “roulette russa” (e come potrebbe essere altrimenti).
A Sochi i tifosi ci credono ancora: ora tutto si decide dal dischetto degli 11 metri: Smolov sbaglia, tentando il cucchiaio e tirando dritto su Subasic; sul rigore di Kovacic, Akinfeev fa un capolavoro.
Il portierone russo – eroe contro la Spagna – ristabilisce la parità.
Ma la squadra croata non sbaglia, e dopo un rigore fuori di Fernandes – autore del momentaneo 2-2 – insacca prima con Modric e Vida, dando il colpo del match-point a Rakitic, che la infila senza problemi.

Ora l’Inghilterra è avvisata: il team di Dalic è motivato e darò filo da torcere a Kane e compagni.
C’è da chiedersi se la partita sarebbe finita così, senza le sostituzioni di Cheryshev e Dzyuba: non si capisce perchè il C.t. Cherchesov abbia deciso di togliere i migliori dal campo, sopratutto l’attaccante dell’Arsenal Tula che ha dato un decisivo apporto al gol del centrocampista del Villareal.
Da segnalare, infine, l’arbitraggio di Ricci, che non ha avuto problemi nel gestire la partita, sopratutto in mancanza di episodi di Var.

  •   
  •  
  •  
  •