Mondiali, il Brasile ancora al comando con 5 titoli vinti

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui
RIO DE JANEIRO, BRAZIL - JULY 13: The World Cup trophy sits on display prior to the 2014 FIFA World Cup Brazil Final match between Germany and Argentina at Maracana on July 13, 2014 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Anche questa edizione dei Mondiali è andata in archivio. E’ stato un Mondiale combattuto con tante sorprese che alla vigilia nessuno si sarebbe aspettato: fuori sia al primo turno che agli ottavi di finale, parecchie big come Germania, Argentina, Spagna, Portogallo. Avanti quasi sino alla fine nazionali come Croazia, Belgio, Svezia, Uruguay e il paese ospitante della Russia. Abbiamo visto che semifinali e finali sono state disputate da squadre europee, ritornando indietro nel tempo questo non accadeva dal 2006: segno come queste si siano rinforzate e abbiano preso il predominio sul resto del mondo.

Grande festa ieri in tutta la Francia dopo il secondo Mondiale vinto della sua storia: dopo il 1998, 20 anni dopo i transalpini sono riusciti a rialzare la Coppa. In quell’occasione Deschamps era capitano della Nazionale oggi allenatore quindi doppia soddisfazione per l’allenatore ex Juventus. La squadra non avrà brillato per gioco e spettacolo ma ha saputo dare continuità alle prestazioni segno di un gruppo compatto e unito. Onore alla Croazia che ha migliorato il suo risultato precedente (terza in Francia 1998).

Leggi anche:  Dove vedere Milan-Venezia, streaming e diretta Tv

Facendo un breve excursus su quante Nazionali hanno alzato più volte la Coppa del mondo alzata dal 1930 in poi vediamo come il Brasile è al comando di questa classifica con 5 titoli vinti (1958,1962,1970,1994,2002), seguono Italia con 4 (1934,1938,1982,2006), Germania sempre con 4 (1954,1974,1990,2014),  Francia con 2 (1998, 2018), Uruguay con 2 (1930,1950), Argentina sempre con 2 (1974, 1986) e squadre con 1 titolo, Spagna (2010) e Inghilterra (1966). E adesso..arrivederci a Qatar 2022.

  •   
  •  
  •  
  •