Sassuolo, Boateng si presenta: “Ringrazio per la fiducia. Momento giusto per tornare in Italia”

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

C’è chi va e chi torna. E noi italiani lo sappiamo bene: l’Italia non è un paese in cui i giocatori vorrebbero giocare, anche a causa dei costi troppo alti per i club in termini di contratto, sponsor ed allenatori.

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - MAY 06: Domenico Berardi of US Sassuolo in action during the serie A match between US Sassuolo and UC Sampdoria at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on May 6, 2018 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Domenico Berardi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Tanti quindi sono i giocatori che hanno giocato nel nostro campionato e hanno deciso, all’ improvviso, di cambiare divisa e cercare una nuova, anche in altre squadre, in altre nazioni. Ma non è del tutto vero: prendiamo ad esempio Kevin Prince Boateng, ex Milan e Las Palmas e che l’hanno scorso ha giocato con la maglia dell’ Eintrach Francoforte. Da ieri è un nuovo giocatore del Sassuolo, squadra che milita nel campionato di A e oggi c’è stata la sua presentazione presso la sede della Mapei. Tanti gli argomenti toccati dal centrocampista, dal suo amore incondizionato per il Milan passando per la sua nuova squadra e finendo per parlare di Cristiano Ronaldo.

Leggi anche:  Maradona, la calciatrice spagnola Paula Dapena non rispetta il minuto di silenzio: "Era uno stupratore"

Felice di essere qui. Ringrazio la società per la fiducia che ha riposto in me


“Sono molto contento di essere in questo club e voglio subito iniziare a lavorare con la squadra, non sono un tipo di tante parole. Perchè qui? Prima di tutto non ho parlato con altre società, ma solo con i neroverdi. Poi ho fatto tante telefonate con il mister, il quale mi ha convinto del progetto. Su De Zerbi posso solo dire che sono molto triste: doveva venire al Las Palmas ma poi non è più venuto, lo stimo molto. Il ruolo lo decide il mister, ancora non ne abbiamo parlato. Milan? Sono stato bene in quel periodo, i rossoneri rimarranno sempre nel mio cuore. Cosa mi aspetto quest’ anno? La Serie A è sempre importante e mi piace tantissimo: sono tornato al momento giusto, anche se è ancora presto per parlare di obiettivi. Sul Sassuolo posso dire che ha giocatori di qualità e questo è risaputo anche all’ estero. Gioca un buon calcio, con uno stile simile a quello spagnolo. I miei compagni sono tutti simpatici e gentili, li ho conosciuti oggi per la prima volta. Berardi? E’ un grande giocatore ogni anno può essere uno dei migliori del campionato. Abbiamo visto tutti quello che ha fatto al Milan, non vedo l’ora di giocarci insieme. Ronaldo? Se viene a giocare con la Juve bisognerà abituarsi. Penso che farà bene al calcio italiano in generale.”

 

  •   
  •  
  •  
  •