Sconcerti: “Cristiano Ronaldo aggiunge molto, ma toglie abbastanza. Ora l’Inter è una squadra migliore”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il giudizio di Mario Sconcerti sull’acquisto di Cristiano Ronaldo. L’arrivo del pallone d’oro portoghese alla Juventus non è passato inosservato al giornalista romano. Sconcerti va controcorrente e non considera già assegnato lo scudetto 2018/19. Nel suo classico editoriale su Il Corriere della Sera scrive: “Oggi che diamo il benvenuto a Ronaldo, sarebbe un errore pensare che con lui in campo la Juve abbia già vinto il campionato. Le cifre dimostrano che il club bianconero non ha bisogno di Ronaldo per vincere scudetti e che il Real, con Ronaldo, è arrivato quest’anno terzo, lontano da Barcellona e Atletico. Ronaldo non è una pura addizione, è una somma di operazioni che molto danno e abbastanza tolgono. Come si integreranno queste variabili con la vecchia Juve e con le variazioni degli altri?.

Leggi anche:  Juventus terzultima in campionato: stasera possono divenire -10

Sconcerti, l’analisi delle rivali della Juventus. Il giornalista non considera già battute in partenza le altre squadre, nonostante Cristiano Ronaldo sia considerato il più forte giocatore del mondo. In particolare Sconcerti scrive: “L’Inter per esempio finora ha fatto solo aggiunte (De Vrij, Nainggolan, Politano, Martinez). Se davvero ha finito la scorsa stagione da squadra, allora adesso è una squadra migliore. Il Napoli riparte da Ancelotti e da 91 punti, cioè una numero che tre volte su cinque vale il campionato. Ruiz è una splendida mezzala e Milik un centravanti ormai sicuro. In sostanza, la Juve è la migliore, ma per vincere non le basta essere giudicata di per se stessa, occorre anche pensare alla forza degli altri“. 

  •   
  •  
  •  
  •