Bari, De Laurentiis chiede il ripescaggio in Serie C e promette: “Presto saremo in A”

Pubblicato il autore: Lorenzo Carrega Segui
during the pre-season friendly match between SSC Napoli and OGC Nice at Stadio San Paolo on August 7, 2016 in Naples, Italy.

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

De Laurentiis si è presentato in grande stile davanti al sindaco di Bari Antonio Decaro, pronunciando parole forti e in grado di dare un sospiro di sollievo ai tifosi pugliesi.
Innanzitutto ha voluto chiarire come la responsabilità della gestione del club sarà tutta sulle spalle del figlio Luigi. C’è voluto un po’ di tempo prima di convincerlo, operazione che De Laurentiis è riuscito a svolgere come un buon padre. Ha saputo toccare le corde giuste, lo ha spinto verso un’impresa di non poco conto.

L’obiettivo di De Laurentiis è quello di costruire una squadra che sappia camminare con le proprie gambe. Quindi niente commistioni o affari in comune con il Napoli. Due creature distinte, in una grande famiglia, ma con obiettivi propri e volontà personali. Devono riuscire a costruirsi un futuro con l’aiuto delle proprie forze, saper andare lontano contando solo su se stesse.
Inoltre, De Laurentiis non ha voluto far mancare la propria idea su come dev’essere guidato il Bari, soprattutto per quanto riguarda il settore giornale Per farlo si è affidato ad un nome conosciuto nell’ambiente calcistico, soprattutto nella sponda rossonera di Milano. Una garanzia per il suo passato, una prospettiva interessante per la formazione pugliese in un futuro tutto nuovo da scrivere. E’ Filippo Galli, un uomo che ha vinto tutto con il Milan da calciatore ed ha ottenuto dei successi come allenatore, oltre ad essere stato direttore sportivo della stessa squadra rossonera a partire dal 2009.

C’è un ulteriore novità che può fare sicuramente comodo a De Laurentiis e riguarda l’articolo 49 del regolamento d’iscrizione ai campionati professionistici della FIGC.
In base a questo ci sono le possibilità di rivedere partire il Bari dalla Serie C il prossimo anno. In Serie D ci sarebbe un limite agli stipendi di 28mila euro all’anno. Con i diritti d’immagine si potrebbe convincere chi si trova in altre serie. Ora c’è da pensare all’aspetto tecnico della squadra e De Laurentiis pare molto orientato ad affidare la panchina a Edy Reja. Con il tecnico friulano è riuscito a vedere la scalata del suo Napoli dalla C alla Serie A. Contattato anche Arrigo Sacchi per il ruolo di d.t.

  •   
  •  
  •  
  •