Dele Alli, spiegato il significato della sua nuova esultanza

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

(Photo by Steve Bardens/Getty Images scelta da Supernews)

I social stanno impazzendo grazie a Dele Alli: il centrocampista, di proprietà del Tottenham, ha mandato il delirio il web con la sua nuova esultanza. Fino ad oggi, però, nessuno conosceva il significato di questo gesto che tutti provano ad imitare.

La DeleAlli challenge. La prima giornata è ormai alle spalle e spesso ci regala momenti indimenticabili grazie ad un gol in particolare oppure una vittoria indimenticabile. Questa volta, a restare impressa nelle menti dei tifosi, è stata la nuova esultanza del giocatore del Tottenham Dele Alli: durante la partita Newcastle – Tottenham il centrocampista inglese ha siglato il momentaneo pareggio e, dopo il gol, ha esultato con un gesto complicato con le dita che si intrecciano per formare l’occhio. Questa nuova esultanza ha mandato in delirio i social con le persone che provano ad imitare, spesso senza successo, la nuova esultanza del campione inglese. Molti però non conoscono il significato del gesto di Alli che, in realtà, nasconde un concetto molto nobile.

Leggi anche:  Calcio, classifica dei 20 club che valgono di più al mondo: in lista anche 4 italiane

Esultanza dal significato profondo. A spiegare la nuova esultanza di Dele Alli è il calciatore di origine nigeriane Felix Orode: Secondo il calciatore, il gesto di Alli sarebbe un modo per sostenere i suoi connazionali, che vivono in pessime condizioni di vita a causa del regime militare instauratosi nel paese: tra le punizioni inflitte ai civili, la più atroce sarebbe quella dell’estirpazione degli occhi: ” La Nigeria è governata da un ordine militare, e vengono commessi atti atroci senza alcuna protezione da parte della legge. Tra i castighi militari più comuni che si impongono ai civili c’è la tortura: tra le pratiche più diffuse vi è quella dell’estirpazione degli occhi che viene inflitta a donne, uomini o bambini che si intromettono in affari che non gli competono. Per cui Dele Alli voleva mostrare segno di solidarietà verso il proprio popolo con quel simbolo.” 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: