Inter: amarezza dopo il ko con il Sassuolo, la società si fa sentire

Pubblicato il autore: Angelo D'Amico Segui

Inter – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

L‘Inter è uscita con le ossa spezzate dalla gara contro il Sassuolo. Alcuni hanno dato le colpe a determinate decisioni arbitrali, altri invece si sono appellati alle scelte di Spalletti, sta di fatto che la prima di campionato è stata un vero e proprio flop. Secondo il parere della stampa. l’Inter è arrivata troppo sicura dei propri mezzi alla sfida con il Sassuolo. La squadra di Spalletti ha semplicemente preso sotto gamba la partita, disputata contro una squadra che la stagione passata ha fatto difficoltà persino a salvarsi, dopo che negli anni passati erano arrivati discreti risultati. Le colpe dell’Inter e dell’allenatore possono essere quelle di non essere stati in grado di capovolgere il match, mostrando la reazione che una squadra che vuole competere in Europa deve assolutamente avere, che non si può permettere simili distrazioni e una scarsa propensione alla reazione.

Inter uscita con le ossa rotte dal match contro il Sassuolo

L’Inter in attacco non ha fatto praticamente nulla, con Mauro Icardi fra i peggiori in campo. Se si escludono Asamoah e Perisic (che sfiorano la sufficienza) il resto dei calciatori pare avere ancora le gambe pesanti, probabilmente ancora poco pronto per disputare una competizione ostica come la Serie A. Nonostante la gara sia passato come il match “dagli errori arbitrali decisivi” alla fine è logico pensare che non possono essere attribuite tutte e colpe all’operato del direttore di gara. Per tale motivo, la dirigenza nerazzurra – cosi come confermato dalla Gazzetta dello Sport – ha radunato calciatori e allenatore ad Appiano Gentile per discutere della sconfitta palesatasi contro il Sassuolo. Risultato a parte, è mancata la prestazione – almeno mediocre – che tutti si aspettavano dopo aver concluso una campagna acquisti del tutto rispettosa, che poteva essere ancora più stellare se fossero stati chiusi i colpi Vidal e Modric, argomento ancora oggi scottante, tirato in ballo dalla tifoseria rimasta dell’usa dal non investimento della società per portare a Milano uno di questi due top player: ovviamente la volontà non è stata solo quella dell’Inter ma anche delle rispettive società d’appartenenza.

La società ha spiegato ai ragazzi di non appoggiarsi o dare troppo peso, scaricandone praticamente le colpe, sugli errori arbitrali, che indubbiamente capiteranno ancora a stagione in corso. Bisogna guardare al proprio operato, ed il tempo per rifletterci non è poi cosi esteso. Le lamentele, le polemiche e le scusanti devono essere messe da parte dando spazio alla voglia di rifarsi già nella prossima gara. E’ ovviamente affettato tirare bilanci, ma l’Inter non può permettersi di continuare a fallire, dopo anni di assenza sia dalle massime competizioni europee che dai vertici della Serie A. La speranze è che i ragazzi di Spalletti abbiano compreso i loro errori cercando di rimediare nei prossimi incontri. Nel frattempo, sui social si sono scatenate le critiche, che qualche settimana fa – vista la sessione di mercato positiva dell’Inter – sembravano era solamente un ricordo del passato: in realtà cosi non è stato. Critiche a Spalletti ed Icardi a parti, il tempo per rifarsi ovviamente c’è, ma non deve essere motivo di mancanza di determinazione e voglia di successo palestra nel pre- Campionato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: