Marco Verratti campione di solidarietà: dona 10mila euro per l’acquisto di un computer a un bambino disabile

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

I calciatori non sono solo ed esclusivamente l’emblema della cosiddetta bella vita, fatta di vacanze, auto di lusso, confort e tutto ciò che gravita attorno al mondo di milionari che inseguono un pallone. Dietro ogni calciatore vi è una storia personale, caratterizzata da sentimenti, gesti, che inducono a profonde ed attente riflessioni. Una storia da sottolineare proviene da Bologna e più precisamente dalla scuola media inferiore “Giordani“, presa d’assalto, qualche giorno fa, da alcuni ladri che hanno portato via computer, proiettori ed altro materiale didattico.

Un furto come tanti altri, purtroppo, se non fosse che tra il materiale sottratto all’istituto scolastico vi sia un pc utilizzato dal piccolo Andrea, ragazzino disabile, che attraverso quel dispositivo riesce a comunicare con i docenti e i suoi compagni di scuola. Venuto a conoscenza di tale notizia, Marco Verratti, centrocampista abruzzese in forza al Paris Saint Germain, si è immediatamente messo in contatto con un suo amico che vive a Bologna, Patrizio Leoni, consulente finanziario della Cordusio Sim, ed ha fatto pervenire all’istituto “Giordani” un assegno da diecimila euro per consentire l’acquisto di quel computer assai vitale per il piccolo Andrea.

Leggi anche:  Pietro Castellitto: "Totti non è Maradona, camorra e vita spericolata"

Il papà del giovane scolaro non ha esitato a ringraziare il campione azzurro e del Psg, attraverso una telefonata, invitandolo, quanto prima, a recarsi a Bologna per incontrare Andrea, il quale sarebbe felicissimo di stringerlo in un caloroso abbraccio. Stando a quanto descritto dal papà, Verratti è apparso entusiasta di ciò, consapevole di aver contributo notevolmente ad aiutare il piccolo nell’affrontare l’anno scolastico, oramai imminente, avendo a disposizione le attrezzature a lui utili per poter svolgere le consuete mansioni quotidiane.

Dinnanzi a gesti del genere, di tale portata emotiva, il calcio, le gesta tecniche, passano in secondo piano, ciò che emerge, invece, è il cuore grande di Marco Verratti, il quale non ha esitato nel compiere un importante atto di solidarietà, effettuando un esborso economico, che per lui rappresenta una cifra irrisoria, ma per Andrea è stata l’ancora di salvataggio al fine di continuare il suo cammino scolastico senza intoppi e con regolarità. Dietro quel mondo patinato del calcio, troppo spesso avvolto tra business ed interesse economici, battono cuori ed anime nobili, come Verratti ha ampiamente dimostrato.

  •   
  •  
  •  
  •