Mercato Juventus, niente botti. E’ il momento delle cessioni

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui
beppe-marotta-juventus-calciomercato

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Ultimi giorni di mercato, ma senza i tradizionali botti. E’ arrivato il momento delle cessioni.
E Marcelo? Stando alle recenti dichiarazioni di Florentino Perez, il mercato in uscita del Real Madrid è terminato. Dopo Kovacic, sacrificato al Chelsea per favorire l’arrivo di Courtois alla corte dei blancos, le frontiere madrilene sono chiuse ed al centro sportivo di Valdebebas sono attesi solo ingressi in entrata.
Di conseguenza, il mercato della Juventus di Allegri dovrebbe chiudersi con l’ultimo sbarco a Caselle di Bonucci. Niente Marcelo, quindi.  CR7 dovrà accontentarsi dei cross dell’altro brasiliano Douglas Costa, delle perle di Dybala e dei traversoni di Alex Sandro, qualora non abbandoni la Continassa in questi ultimi giorni.

Al contrario delle merengues, Marotta e Paratici nell’ultima settimana di trattative si concentreranno esclusivamente sullo sfoltimento della rosa. Non esattamente un dettaglio, vista la crescita di appeal che i bianconeri hanno guadagnato in questa calda estate, soprattutto dall’arrivo del portoghese di Madeira in poi. Tra coloro che dovrebbero abbandonare i colori bianconeri c’è Stefano Sturaro, del quale Allegri farebbe volentieri a meno di privarsene. La trattativa per portare l’ex centrocampista del Genoa al Watford si è impennata Resta viva la soluzione Sporting Lisbona, sponsorizzata proprio da Cristiano Ronaldo.

Leggi anche:  Amichevoli Roma 2021: tutti gli impegni precampionato dei giallorossi

La boutique di Andrea Agnelli, da qualche stagione, non attua più la politica dei saldi. Proprio per questo motivo, i dirigenti del Paris Saint-Germain si sono arrestati, dopo aver sentito la richiesta per far partire Alex Sandro. L’esterno non è considerato un incedibile nello scacchiere bianconero, ma al tempo stesso i dirigenti della Juventus non si mettono a sedere di fronte ad un’offerta inferiore ai 60 milioni di euro.

E i giovani? Durante la tournée americana si sono messi in mostra due gioielli della primavera, che certamente non avranno lo spazio necessario per crescere in prima squadra. Stefano Beltrame e, soprattutto, Luca Clemenza hanno messo in mostra il proprio valore tecnico. Per il numero 38, classe ’97, è pronto il rinnovo per poi andare a fare esperienza all’estero, con Parma, Verona e Sassuolo osservatori speciali. Anche Beltrame attende di capire quale sarà il suo futuro: sembra più percorribile la pista estera che lo porterebbe in Olanda, ma non è nemmeno da trascurare la soluzione CSKA Sofia.

Leggi anche:  Lazio, la strategia di Lotito per lo Stadio Flaminio

Il lavoro da fare non è semplice. E’ importante che i giocatori in esubero vengano ceduti per la loro crescita personale, e per non intasare la già folta rosa della Juventus.
I botti di fine mercato non ci saranno. Quelli veri, sono già stati scoppiati nei primi mesi di questa calda estate.

  •   
  •  
  •  
  •