Premier League, il Fulham una delle squadre più attive sul mercato. Presi Vietto e Schurrle

Pubblicato il autore: Lorenzo Solombrino Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Dopo una proroga straordinaria di due ore, alle ore 20 di ieri, si è chiuso ufficialmente il calciomercato della Premier League. Come ogni anno, sono stati molti i trasferimenti esosi delle big d’oltremanica. Dai 75 milioni che ha sborsato il Liverpool per Alisson, agli 80 che il Chelsea ha speso per un altro portiere, lo spagnolo Kepa Arrizabalaga.

Tra i club che senza dubbio hanno monopolizzato i movimenti in entrata del massimo campionato inglese possiamo annoverare il neo promosso Fulham. Il club, grazie a Shahid Khan, il suo facoltoso presidente pakistano naturalizzato americano, è arrivato ad ingaggiare tra prestiti ed acquisti a titolo definitivo, addirittura tredici giocatori. Un investimento complessivo che ha raggiunto la vertiginosa quota di 150 milioni di euro. Una vera e propria rivoluzione che è andata ad interessare tutti i reparti della rosa.

Il pacchetto arretrato è quello che ha subito più cambiamenti, con l’aggiunta di sette innesti. Cominciando dalla curiosa doppia operazione che ha portato non uno, ma due portieri. Il presunto titolare, l’ex Siviglia Sergio Rico, ed il 30enne Fabri, prelevato per 6 milioni dal Besiktas.
Per le fasce si è optato per dei profili in rampa di lancio come quelli di Fosu – Mensah, che si occuperà dell’out di destra, e Joe Bryan, pescato dal Bristol City, nella seconda serie, pronto ad occupare la parte di campo opposta. I due hanno rispettivamente 20 e 24 anni, scommesse che se ben gestite, potranno fruttare in un futuro non troppo lontano. La parte centrale della difesa ha cambiato completamente la conformazione originale grazie a tre nuovi nomi di rilievo. Gli esperti Le Marchand dal Nizza e Mawson dal neo retrocesso Swansea, ed infine un altro giovane come il classe ’95 Chambers, che ha già fatto intravedere buoni spunti con la casacca dell’Arsenal. Un cambiamento massiccio, che per una neo promossa può rivelarsi particolarmente dannoso, qualora Slavisa Jokanovic, da tre anni alla guida del club, non riesca a trovare in tempo il giusto assetto.

Leggi anche:  Diego Fuser a SuperNews: "Il derby della Capitale il più bello di tutti. Il cuore è dalla parte della Lazio"

Il colpo più oneroso di tutta la finestra estiva è stato riservato per la linea mediana del campo. Un’operazione importante e prestigiosa, che ha fatto sì che per 30 milioni di euro Michel Serì venisse soffiato alle numerose pretendenti sparse in tutta Europa. Il 26enne mediano de Nizza, infatti, era uno dei pezzi pregiati del mercato dei centrocampisti che riguarda il continente.

Come si sa, però, in Premier League la fase offensiva ha un peso abbastanza rilevante. Per questo motivo, il board del Fulham ha deciso di ingaggiare tre attaccanti di diverso tipo. Per la cifra di 20 milioni di euro è stato scelto il serbo Aleksandar Mitrovic. Ventenne serbo dal carattere molto spigoloso, con un paio di campionati alle spalle può essere considerato come un giovane che è riuscito già a maturare dell’esperienza ad alti livelli. Andre Schurrle, invece, è l’uomo di esperienza di cui necessita una compagine che parte con la missione di salvarsi. Dopo le ultime stagioni tormentate, il 27enne tedesco prova a rilanciarsi in un contesto ambizioso come quello dei Cottagers.
Infine, quello che può essere, in prospettiva, il miglior colpo di questa campagna di rafforzamento. L’argentino Luciano Vietto si trasferisce inaspettatamente con la formula del prestito, aumentando il livello qualitativo della rosa. Il talentino rappresenta la perfetta scommessa, sia dal lato sportivo, che da quello economico. Con un trasferimento temporaneo, infatti, in caso di un suo fallimento, il club inglese non avrebbe conseguenze ingenti sul proprio bilancio. Ci si focalizzerebbe solo sulla crescita di questo potenziale craque.
Traendo le somme di questa sessione di calciomercato, il Fulham può dirsi, sulla carta, soddisfatto. Grazie ad un’ingente investimento è riuscito a rinforzarsi sufficientemente in tutti i reparti. Adesso, la parola sarà data al campo, come sempre, giudice supremo delle scelte di mercato.

  •   
  •  
  •  
  •