Uefa, Collina si dimette da designatore arbitrale. Al suo posto Rosetti

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

MILAN, ITALY - DECEMBER 27: The scoreboard shows the use of the new VAR system during the TIM Cup match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on December 27, 2017 in Milan, Italy.

Fanno discutere le dimissioni improvvise di Pierluigi Collina, designatore arbitrale dell‘Uefa
L’ex arbitro italiano, tra i più apprezzati degli ultimi anni, si è dimesso “per motivi personali. Non è stata un’annata facile per Collina. In carica dal 2010 dopo il ritiro da fischietto nel 2005, l’ex arbitro è stato criticato duramente da Andrea Agnelli, dopo Real Madrid-Juventus, ultimo quarto di finale della scorsa edizione della Champions League per la designazione dell’arbitro Oliver, giudicato, dal presidente bianconero troppo inesperto per una sfida di simile livello e “reo” a suo dire della concessione del rigore nel finale segnato da Cristiano Ronaldo.
Al posto di Collina, subentra Roberto Rosetti. Quest’ultimo è favorevole all’introduzione del VAR anche nelle competizioni europee, ipotesi osteggiata da Collina.

Il presidente Uefa Ceferin,  ha voluto ringraziare Collina per il mandato professionale ricoperto nella massima associazione calcistica europea: “Ringrazio Collina per ciò che ha fatto”, queste le parole di Ceferin che dà il suo benvenuto anche a Rosetti: “Roberto è stata la scelta naturale per il lavoro svolto. La sua esperienza e conoscenza saranno per la Uefa un valore aggiunto.” A sua volta Rosetti ha commentato così la sua nomina: “La Uefa è stata un punto di riferimento negli ultimi anni come crescita del settore arbitrale. Non vedo l’ora di iniziare.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lazio Luiz Felipe si ferma: ha scelto di operarsi alla caviglia
Tags: