Ziliani attacca Cristiano Ronaldo. Il collega ex Rai Mattioli risponde: “Calmati una volta tanto”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
ziliani cristiano ronaldo

Cristiano Ronaldo Juventus – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Arriva stamane anche la risposta dell’ex giornalista Rai, ora in pensione, Mario Mattioli, al duro attacco a Cristiano Ronaldo da parte del giornalista de Il Fatto Quotidiano, Paolo Ziliani, e giunge attraverso il suo profilo Twitter ufficiale:

Duro attacco a Cristiano Ronaldo da parte del giornalista de Il Fatto Quotidiano, Paolo Ziliani, il quale, attraverso il suo profilo ufficiale Twitter ha commentato l’assenza del fuoriclasse portoghese ai sorteggi dei gironi di Champions League, tenutisi nel tardo pomeriggio di oggi al Grimaldi Forum di Montecarlo.
Il talento di Funchal, infatti, era atteso nella città monegasca in quanto risultato finalista del premio calciatore dell’anno Uefa: in lizza, oltre a Cristiano Ronaldo, c’erano anche l’attaccante del Liverpool Mohamed Salah e il suo ex compagno di squadra al Real Madrid Luka Modric. Proprio a quest’ultimo è andato il premio, il che ha dato vita ad un presunto caso CR7, che avrebbe volontariamente disertato la cerimonia, ben consapevole dell’assegnazione del trofeo al centrocampista croato, come confermato anche dal giornalista Rai Alessandro Antinelli, il quale ha ripreso fonti ufficiose interne ai vertici del calcio europeo.
Ed è proprio in merito al giallo che ha tenuto sulle spine i tanti tifosi accorsi a Montecarlo per strappare a Cristiano Ronaldo un selfie oppure un autografo, è intervenuto Ziliani, che di certo non le ha mandate a dire al diretto interessato e con il suo ormai noto savoir faire ha criticato aspramente il portoghese, proprio per la “sceneggiata” posta in essere nel tardo pomeriggio di oggi.

L’attacco di Ziliani a Cristiano Ronaldo via Twitter: “Che uomo di m* sei…”

Il giornalista Paolo Ziliani condanna senza mezze misure il gesto, o meglio, l’assenza di Cristiano Ronaldo ai sorteggi dei gironi di Champions League, durante i quali sarebbe stato assegnato il premio calciatore dell’anno Uefa, in cui lo stesso talento portoghese era in lizza: “La domanda del giorno è: ma che uomo di m. è #CR7 che non si presenta, per dispetto, alla premiazione di #Modric, suo compagno negli ultimi anni, uno che gli ha fatto fare caterve di gol, perché il “Player of the Year” 2017-18 voleva essere lui? (su #Marotta solito velo pietoso)”.

Questo il tenore letterale delle esternazioni di Ziliani, il quale riprende, tra l’altro, le dichiarazioni rilasciate dall’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, il quale, ai microfoni di Sky Sport ha giustificato l’assenza del fuoriclasse lusitano: “Posso dire che l’assenza di Cristiano Ronaldo ai sorteggi di Montecarlo – afferma il dirigente bianconero – è stata una decisione personale, presa nel corso della giornata, che dobbiamo e vogliamo rispettare. Da parte nostra c’è profonda amarezza per questa decisione di non premiare il portoghese come migliore calciatore continua Marotta -, lo dico da dirigente e appassionato di calcio“.
Di certo le parole di Ziliani scateneranno il putiferio in seno all’ambiente bianconero, in special modo tra i tifosi che difenderanno a spada tratta il proprio campione.

  •   
  •  
  •  
  •