Juventus, Cristiano Ronaldo in crisi ma settembre esalta il portoghese: 57 gol in 9 anni

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Impressioni di settembre: arriva il mese d’oro di Cristiano Ronaldo

 

Siamo giunti alla prima sosta di campionato per dare spazio alle Nazionali ed alla neonata Nations League. E’ già tempo di bilanci, giunti al termine in seguito alla terza giornata di Serie A. In testa a punteggio pieno c’è già la Juventus, che approfitta dello svarione del Napoli per volare a quota 9 punti. Ad inseguire i bianconeri il Sassuolo a -2, Fiorentina, SPAL e Napoli a -3. Chiaramente si tratta di una situazione provvisoria, in quanto i viola hanno una partita in meno, così come il Milan, che dopo il successo casalingo contro la Roma sale a 4 punti, il Genoa e la Sampdoria.

Nonostante le 0 reti realizzate dal suo giocatore più rappresentativo, ovvero Cristiano Ronaldo, la Juventus vola in testa alla classifica a punteggio pieno. Zero gol in 270′ giocati rappresentano un particolare non di poco conto per un calciatore che guadagna 30 milioni all’anno. Ma se l’ex Real Madrid è ancora a secco non è solo per demerito suo. Molti definiscono la Serie A l’università degli attaccanti, in quanto le difese del nostro campionato sono differenti rispetto ad altri tornei come La Liga, dove le retroguardie delle varie squadre marcano 10 metri più arretrate. Da questo punto di vista filtra ottimismo, in quanto una volta prese le misure, Ronaldo potrà essere determinante.

Inoltre, le statistiche sono dalla parte di CR7: sebbene ancora non abbia segnato, solitamente settembre è il mese in cui si sblocca. Infatti, dati alla mano, Ronaldo in questo periodo negli ultimi nove anni ha realizzato ben 57 gol. Ma non è tutto: un anno fa, più o meno verso novembre, la coppia del Real Madrid composta da Cristiano Ronaldo e Karim Benzema aveva messo a segno 2 gol a testa, esattamente come il tandem d’attacco Armenteros-Iemmello del Benevento che nella scorsa stagione occupava l’ultima posizione in classifica. Dati confortanti che tranquillizzano i tifosi juventini. Ma il fatto per cui la Juve occupa la prima posizione in graduatoria a punteggio pieno, senza le reti realizzate da un fenomeno come CR7, dimostra quanto sia forte la squadra di Massimiliano Allegri.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Copa de la Liga Profesional Argentina Zona A: il River Plate piega la capolista Colón e sale al secondo posto