Juventus, il nodo Dybala: da insostituibile a riserva di lusso?

Pubblicato il autore: Adelaide Segui
TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Paulo Dybala of Juventus FC in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Paulo Dybala – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

A secco dopo tre giornate, la Joya ha iniziato da ieri la prima seduta in palestra per migliorare la sua condizione fisica. L’argentino, partito titolare solo in occasione della partita contro il Chievo, vuole convincere Max Allegri  a concedergli più spazio in campo. Nemico di Paulo il modulo utilizzato dal tecnico toscano in vista del nuovo campionato: l’ex Palermo infatti ha dimostrato una fatica enorme nel 4-3-3 essendo una seconda punta e non un esterno.

Eppure l’anno scorso a questo punto della stagione l’argentino aveva messo a segno 5 gol ed era primo per distacco nella classifica cannonieri di Serie A. Dodici mesi dopo lo scenario è ribaltato e Dybala, con 0 reti all’attivo, è intenzionato a sacrificare i suoi giorni di riposo per lavorare su fisico e prestazioni tecniche e convincere finalmente il suo allenatore a concedergli la maglia da titolare. Già da questa domenica ha augurato a tutti i suoi followers buon fine settimana, condividendo gran parte della sua giornata in palestra, tra boomerang e foto.

Leggi anche:  Juventus, uno tra Dybala e Ronaldo è di troppo: fissati gli incontri per decidere il futuro

Il parere di Mario Sconcerti

A parlare davanti ai microfoni di RMC Sport è stato Mario Sconcerti, giornalista e commentatore delle pagine sportive del Corriere della Sera che ha evidenziato come  l’ottimo momento di forma di Bernardeschi sia una delle possibili cause dello scarso minutaggio dell’argentino: “La presenza di Bernardeschi è stata una sorpresa. La novità di quest’anno. E’ stato capace di mettere in panchina sia Dybala che Douglas Costa.“.
Proprio una sorpresa.  Con una rosa del genere Max Allegri  peraltro può davvero sbizzarrirsi: due cambi per ogni ruolo. E mentre Bernardeschi garantisce equilibrio e sacrificio, Costa e Dybala spaccano in maniera vera e propria le partite e possono essere delle armi in più da sfoderare nel momento del bisogno.

E’ un irragionevole spreco lasciare Dybala in panchina?

L’enfant prodige, accostato varie volte ad Omar Sivori, dovrà darsi da fare per riprendersi il ruolo da titolare. Un “irragionevole spreco” lasciare Dybala in panchina, è così che molti fans del numero dieci bianconero giudicano la scelta di Allegri nelle ultime 3 partite. “Riserva di lusso” per gli ottimisti che invece appoggiano la decisione dell’allenatore livornese.
I soli dieci minuti giocati sabato a Parma non hanno fatto piacere al talento argentino, la cui faccia, al momento della sostituzione di Khedira, aveva un’espressione cupa.
La situazione per ora non fa presagire nessun attrito con Allegri. Paulo tornerà sicuramente titolare, grazie al turnover della Champions League. Intanto il giovane senza pensieri vola dritto negli States per raggiungere i connazionali argentini e la Seleccion, in vista di due gare amichevoli: venerdì contro il Guatemala a Los Angeles, martedì 11 settembre contro la Colombia nel New Jersey.

  •   
  •  
  •  
  •