Juventus, Marchisio accusa: “Sono passato per infortunato quando non lo ero”

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui
TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Claudio Marchisio of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Claudio Marchisio – Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Non è stato un addio facile quello di Claudio Marchisio che, dopo 25 anni di Juventus tra giovanili e prima squadra, lascia la squadra che ha sempre tifato e amato per nuova sfida in Russia con lo Zenit squadra che lo ha convinto a rilanciarsi dopo qualche stagione travagliata. Delle stagioni difficili per il centrocampista italiano iniziata con la rottura del crociato che lo ha tenuto fuori 6 mesi e da quel momento, a poco a poco, ha perso il suo ruolo all’interno della società bianconera. Quest’estate poi l’addio improvviso del principino che ammette di non aver rimpianti della sua carriera in bianconero: ” Dispiace essere passato per infortunato visto che non lo sono mai stato, ma anche questo fa parte del nostro lavoro. Gli ultimi mesi tra panchine e pochi minuti in campo non sono stati sicuramente facili. La Juventus è la mia famiglia. Quello che ti rimane, però, non sono solo le vittorie, ma i rapporti umani instaurati con i compagni, la città, i tifosi, non solo quelli di Torino, ma di tutta Italia e di tutto il mondo, emozioni che mi porterò sempre dentro e che mi hanno regalato davvero tanto”.

Dopo l’addio di Marchisio, tantissime squadre erano pronte ad offrire un contratto al principino: su tutti c’era il Monaco che sembrava in Pole tra tutte le società ma, dopo qualche giorno di trattativa, l’affare è saltato. Anche qualche squadra italiana ha provato a fare un tentativo ricevendo un secco no da parte  del centrocampista che ha sempre dichiarato che, in Italia, non avrebbe giocato per nessun’altra squadra: allora ecco l’occasione Zenit. ” Vado in una società ben organizzata, l’ho capito sin dal primo contatto, ci sono giocatori che conosco bene come Paredes e Ivanovic, trovo un gruppo molto affiatato e di grande esperienza. È stato Ribalta a convincermi fin da subito che potesse essere la soluzione giusta per me, hanno voglia di vincere il campionato e tornare in Champions. Questi sono i fattori che mi hanno fatto scegliere loro.”  Dopo una vita in bianconero, Marchisio è pronto ad una nuova sfida ma questa volta molto lontano dalla sua amata Torino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, futuro Dybala e Ronaldo: le parole di Luciano Moggi