Nations League: Italia-Polonia, Mancini: “Formazione decisa. Dobbiamo giocare per attaccare e vincere”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Roberto Mancini – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Anche per l’Italia si alza il sipario sulla Nations League, la nuova competizione ideata dall’Uefa. Gli azzurri inseriti nella Lega A, gruppo 3, con Polonia e Portogallo, scenderanno in campo, questa sera, al “Dall’Ara” di Bologna, con fischio d’inizio alle ore 20:45, contro Lewandowski e compagni, al fine di conquistare i primi tre punti in questa manifestazione che vedrà il suo atto conclusivo nel prossimo mese di giugno con le “final four”.

La banda guidata dal c.t. Roberto Mancini giunge a quest’appuntamento dopo le tre amichevoli disputate tra fine maggio ed inizio giugno che hanno visto l’Italia superare l’Arabia Saudita per 2-1, perdere con la Francia 3-1 e pareggiare al cospetto dell’Olanda con il punteggio di 1-1. La Polonia del commissario tecnico Brzeczek , invece, è reduce da un Mondiale in Russia assai deludente. I polacchi hanno chiuso il girone H all’ultimo posto, perdendo contro Senegal e Colombia ed ottenendo una vittoria, seppur inutile, con il Giappone.

Nel frattempo, nella giornata di ieri, il Mancio è stato protagonista in sala stampa in occasione della consueta conferenza della vigilia. Questo un estratto delle sue dichiarazioni principali: “Ho già deciso la formazione ma prima è meglio che la sappiano i calciatori. Quando ho esordito a 16 anni a Bologna, ero molto emozionato. Domani sarà la prima partita ufficiale con la Nazionale e sarà un’altra grande emozione. Lo scarso minutaggio, sino ad ora in Ligue 1, di Balotelli? Mi preoccupano quelli che hanno giocato meno in questo inizio di stagione. Ma dopo solo tre giornate, quasi tutti non sono al 100%. Qualche cambio lo farò a seconda delle esigenze, ma è normale“.

Sulla strategia che verrà utilizzata in campo dagli azzurri, Mancini svela: “Dobbiamo giocare per attaccare e vincere. Speriamo di farlo più in fretta possibile, l’Italia non si è qualificata non facendo gol alla Svezia, alle volte capita di non capitalizzare le occasioni.”. Infine per quanto concerne l’importanza della posta in palio, il c.t. jesino afferma: “Dobbiamo cercare di far bene da subito. Dobbiamo fare il massimo, sapendo che non sarà facile perché siamo all’inizio e i giocatori hanno giocato ben poco. E’ un torneo che può darci delle soddisfazioni se ci mettiamo qualcosa in più“.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, Mancini dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Donnarumma in porta, Zappacosta lungo la corsia di destra e Criscito a sinistra. La coppia centrale di difesa sarà composta da Chiellini e Bonucci. A centrocampo fiducia a Pellegrini, Jorginho e Benassi, mentre in avanti Bernardeschi e Insigne dovrebbero agire ai lati della punta Balotelli.

Il c.t. polacco Brzeczek dovrebbe rispondere con il 4-2-3-1: Szczesny tra i pali, Bereszynski e Reca lungo gli esterni, Glik e Kaminski  comporranno il duo centrale. Sulla mediana dovrebbero agire Krychowiak e Linetty, mentre sulla trequarti Zielinski, Milik e Klich si muoveranno alle spalle della punta di riferimento Lewandowski. L’arbitro designato per dirigere il match è il tedesco Felix Zwayer.

  •   
  •  
  •  
  •