Nations League, Portogallo-Italia. Mancini: “Farò dei cambi rispetto alla partita con la Polonia”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
FLORENCE, ITALY - MAY 15: Head coach Italy Roberto Mancini poses for a photo after the press conference at Centro Tecnico Federale di Coverciano on May 15, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Roberto Mancini – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

E’ terminata l’attesa. Questa sera, con fischio d’inizio alle ore 20:45, andrà in scena Portogallo-Italia, sfida valevole per il gruppo 3, Lega A, della Nations League. Gli azzurri, come noto, sono reduci dal pareggio, piuttosto discusso, contro la Polonia, mentre i lusitani, privi di Cristiano Ronaldo, hanno impattato per 1-1, in amichevole, contro i vice-campioni del mondo della Croazia.

Nella serata di ieri, nel frattempo, il commissario tecnico azzurro Roberto Mancini è stato protagonista nella sala stampa dell'”Estadio da Luz” di Lisbona, in occasione della consueta conferenza della vigilia. Incalzato dalle domande dei giornalisti presenti, il c.t. jesino ha espresso un suo giudizio per quanto riguarda gli aspetti da migliorare rispetto alla gara di venerdì scorso, per poi anticipare che vi saranno dei cambiamenti di formazione. Il Mancio, inoltre, si è spinto in avanti, preannunciando la titolarità di Federico Chiesa, senza disdegnare, altresì, un commento sulle critiche rivolte a Mario Balotelli.

Questo un estratto delle parole pronunciate dal commissario tecnico dell’Italia: “Con la Polonia è stata la prima gara ufficiale dopo tanto tempo, ma sono sicuro che miglioreremo. Sicuramente farò dei cambi. Chiesa? E’ molto probabile che giochi dall’inizio. Balotelli? Tutti i giocatori, compresi i più forti possono giocar male. Quindi non mi preoccupo più di tanto“. Come detto in precedenza, analizzando la sfida del “Dall’Ara” di Bologna, queste le affermazioni rilasciate da Mancini: “Con la Polonia abbiamo commesso degli errori, ma abbiamo fatto vedere anche cose più o meno positive. Errori da evitare? Nel primo tempo di venerdì abbiamo sbagliato troppi passaggi così come in occasione del gol di Zielinski. Per la qualità che abbiamo non possiamo commettere certi tipi di errori. Anche quando attacchiamo dobbiamo portare più attaccanti dentro l’area“.

Analizzando il reparto di centrocampo, ossia quello apparso meno convincente durante il primo match di Nations League, il Mancio spiega: “Io non sono così negativo, anzi sono abbastanza positivo e secondo me non abbiamo fatto così male. Ci sono stati degli errori ma penso sia normale. Abbiamo provato ad essere più propositivi in fase di impostazione sia con Gagliardini che con Jorginho“. Spostando il focus sull’attacco, invece: “Dobbiamo creare di più e fare più gol. Deve essere il nostro obiettivo da raggiungere il prima possibile“. Infine, un commento sull’avversario di stasera, ossia il Portogallo, squadra campione d’Europa in carica: “Abbiamo visto la partita contro la Croazia. Molti di loro hanno giocato anche al Mondiale. Manca Cristiano Ronaldo? Ci sono comunque altri giocatori forti, tecnici ed esperti“.

  •   
  •  
  •  
  •