Portogallo-Italia, Mancini medita almeno due esclusioni eccellenti: probabile bocciatura per Insigne?

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
portogallo-italia

Roberto Mancini – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La Nazionale vista al Dall’Ara di Bologna nella sfida di venerdì sera contro la Polonia non ha pienamente convinto il commissario tecnico Roberto Mancini, il quale, in vista della sfida Portogallo-Italia valida per la seconda giornata del girone 3 Lega A della Uefa Nations League, medita almeno due esclusioni eccellenti nell’undici iniziale da opporre ai lusitani, privi tra l’altro del talentuoso Cristiano Ronaldo.
In effetti, la formazione scesa in campo nell’impianto di gioco emiliano ha davvero lasciato a desiderare: se per quanto riguarda la difesa qualcosina si può ancora salvare, specialmente per quanto riguarda la gara disputata da Gigio Donnarumma, autentico salvatore della retroguardia azzurra, dal centrocampo in su si può salvare davvero poco o nulla. La linea mediana era davvero imbarazzante, così come Jorginho, che ha perso diversi palloni velenosi, uno dei quali ha dato vita all’azione che ha portato Zielinski a siglare la rete del vantaggio; allo stesso modo Gagliardini, risultato un po’ troppo impacciato.

Leggi anche:  Copa de la Liga Profesional Argentina Zona A: il River Plate piega la capolista Colón e sale al secondo posto

In attacco invece la prestazione di Mario Balotelli è stata davvero deludente, complice anche l’infortunio muscolare patito dall’attaccante. Male anche Insigne, che in Nazionale sembra aver perso lo smalto che contraddistingueva le sue apparizioni con la maglia del Napoli, mentre Bernardeschi rappresenta forse l’unica nota lieta della serata.
Alla luce dell’opaca prestazione di alcune pedine dello scacchiere opposto alla Polonia, Mancini sta seriamente pensando di cambiare qualcosina in vista della delicata trasferta in Portogallo, che per la nostra Nazionale suona già da dentro o fuori in vista del prosieguo nella competizione.

I possibili cambi di Mancini in vista di Portogallo-Italia

Per il secondo impegno della nostra Nazionale, Mancini avrebbe deciso di lasciare in panchina Mario Balotelli: l’attaccante del Nizza ha accusato un infortunio di tipo muscolare e sarà risparmiato in vista di Portogallo-Italia. Al suo posto spazio a Belotti, che ha già disputato gli ultimi minuti della sfida contro la Polonia, risultando particolarmente incisivo sotto porta, ma occhio anche ad Immobile, che scalpita per un posto nell’undici iniziale.
Possibile esclusione eccellente anche per Lorenzo Insigne, che non ha assolutamente brillato nella gara del Dall’Ara e potrebbe accomodarsi in panchina: al suo posto possibile l’impiego di Federico Chiesa, con l’esterno che tra l’altro riuscì a procurarsi il calcio di rigore che consentì agli azzurri di pareggiare la contesa. Bernardeschi dovrebbe essere confermato nel tridente.

Leggi anche:  Euro 2020, Gravina scrive a Draghi: "Importante per l'Italia che la Uefa confermi"

In vista di Portogallo-Italia, circolano voci anche di una decisa rivoluzione a centrocampo, con Pellegrini e Gagliardini che dovrebbero lasciare il posto a Benassi e Bonaventura, mentre Jorginho, nonostante l’opaca prestazione di venerdì sera dovrebbe comunque essere confermato nell’undici titolare.
In difesa invece non sarebbero previsti stravolgimenti: Bonucci e Chiellini dunque ci saranno anche in occasione della gara Portogallo-Italia, mentre Zappacosta e Biraghi non sembrano coinvolti nella ventata di novità che il commissario tecnico Roberto Mancini vorrebbe apportare in vista della sfida contro i lusitani.

  •   
  •  
  •  
  •