Joachim Andersen, Inter e Juventus bussano alla porta di Ferrero. C’è anche il Tottenham

Pubblicato il autore: Matteo Ingrosso Segui

Sampdoria – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

E’ di Joachim Andersen il nome più caldo che alcuni infaticabili direttori sportivi stanno annotando sui loro taccuini nelle ultime ore. Il difensore danese classe 1996 è l’ultima delle intuizioni vincenti del trio Osti-Ferrero-Giampaolo, che negli ultimi anni è riuscito a scovare giocatori inizialmente sconosciuti ai più, sapendoli valorizzare sul campo e ottenendo il massimo da una cessione. Andersen ha fino ad ora conquistato la fiducia del proprio allenatore e i numeri parlano chiaro: sempre titolare in campionato e autore di ottime prestazioni in difesa della porta di Emil Audero. Non casuale il riferimento al portiere dell’under 21 italiana di proprietà della Juventus, che pare possa essere la chiave per sbloccare una potenziale trattativa con i blucerchiati. Paratici potrebbe infatti essere disposto a mettere sul piatto il portiere di origini indonesiane per accaparrarsi le prestazioni di Andersen in ottica futura -un altro nome sulla lista bianconera è quello del difensore dell’Ajax, De Ligt- oltre ad un esborso tra i 22 e i 23 milioni di euro. Non è solo tra i dirigenti bianconeri che Andersen si è guadagnato apprezzamenti e interessi. Vigile osservatore rimane il Borussia Dortmund, già sulle tracce del difensore danese ai tempi della sua militanza al Twente.

Leggi anche:  Calcio, classifica dei 20 club che valgono di più al mondo: in lista anche 4 italiane

Allo stato attuale, però, è l’Inter la squadra che sta chiedendo maggiori informazioni a Massimo Ferrero, il quale valuta il cartellino per una cifra non inferiore ai 30 milioni. I rapporti tra le due dirigenze sono buoni dopo le operazioni portate a termine negli scorsi anni: il caso principe è quello di Milan Skriniar, arrivato a Genova da Mister Nobody è adesso considerato tra i difensori più promettenti del panorama mondiale e corteggiato da mezza europa. Quello che spera Piero Ausilio è che si possa arrivare ad una soluzione, sulla falsa riga della trattativa che ha portato lo sloveno sulla sponda nerazzura di Milano, nell’estate 2017. L’Inter vorrebbe avviare l’operazione Andersen già da adesso e godere dei suoi frutti a partire dalla prossima stagione, quando la difesa di Spalletti sarà probabilmente orfana di Joao Miranda, al suo ultimo anno in Italia. Il gigante danese di 192 centimetri rappresenta il profilo ideale per prendersi il posto al centro della retroguardia al fianco di De Vrij e dello stesso Skriniar. Un altro aspetto che infonde ottimismo tra i dirigenti interisti è la possibilità di trattare senza il condizionamento del limiti Uefa.

Leggi anche:  Juventus, Zidane è sempre più vicino: le ultime dalla Spagna

Pare che si sia scatenata una vera e propria asta intorno al giovane Andersen, un’asta che non include solo club italiani. Anche il Tottenham è alla ricerca di un difensore di belle speranze da valorizzare e sappiamo bene che le tasche inglesi sono sempre le più gonfie. L’unica discrepanza tra la domanda e l’offerta riguarda l’intenzione del club londinese di concludere l’operazione nella prossima finestra di mercato, contrariamente alle intenzioni dei blucherchiati. E’ ancora da capire, quindi, quale possa essere la prossima squadra di Joachim Andersen, ma di due cose siamo sicuri: chi lo acquisterà avrà fatto un affare. Di sicuro anche Ferrero.

  •   
  •  
  •  
  •