Italia Under 21: Gigi Di Biagio punta su Zaniolo per Inghilterra e Germania

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
FERRARA, ITALY - OCTOBER 10: Head coach Luigi Di Biagio of Italy U21 gestures during the international friendly match between Italy U21 and Morocco U21 at Stadio Paolo Mazza on October 10, 2017 in Ferrara, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Si avvicina sempre più l’Europeo Under 21 che vedrà la nazionale giovanile allenata da Luigi di Biagio cercare di conquistare il titolo continentale in casa, in Italia, davanti a un pubblico amico che farà il tifo per lei e che calciatori e coach non vogliono assolutamente deludere.

In preparazione per giugno 2019, inizio dell’Europeo di categoria, la federazione giovanile ha fissato una gara amichevole contro i pari età dell’Inghilterra il 15 novembre a Ferrara, allo stadio “Paolo Mazza”, e una sfida contro la Germania il 19 novembre allo stadio “Città del Tricolore” di Reggio Emilia.

Tradizione favorevole per gli azzurrini in Emilia Romagna, dove ha sempre vinto le sfide fino a ora disputate, parliamo della Svezia, dell’Irlanda del Nord, la Slovacchia e la Slovenia. Italia e Germania si sono incontrate ben 8 volte a livello giovanile per un totale di 3 pareggi, 3 gare vinte dai teutonici e 2 gare in mano agli azzurri. Nell’Europeo 2017 l’Italia di Di Biagio riuscì a imporsi sui tedeschi per 1 a 0, nella fase a gironi, grazie al gol di Federico Bernardeschi, fiore all’occhiello di quella nazionale passato ora alla nazionale maggiore, ma i talenti non mancano e il coach azzurro ha dato prova di saper ben lavorare sui giovani scoprendo sempre buone soluzioni tattiche e buoni talenti. Potrebbe essere il match del romanista Zaniolo, che tutti aspettiamo con ansia di vedere ai massimi livelli.

Sul giovane talento della Roma, proveniente dalle giovanili dell’Inter, parla anche l’ex tecnico nerazzurro Stefano Vecchi, che spiega come Zaniolo possa diventare un grande giocatore paragonandolo a Gerrard e Lampard, mostri sacri della Premier League. Naturalmente per ora c’è solo il potenziale di questi due grandi calciatori, ma tutto può essere se alla base buona si aggiunge una buona testa e tanta forza di volontà. Vecchi avrebbe voluto il suo pupillo al Venezia, ma fu Di Francesco a negare il prestito, volendo investire sul giovane ex interista. Ora nelle mani di Di Biagio potrebbe guidare l’Italia alla vittoria dell’Europeo, cosa che noi tutti speriamo.

  •   
  •  
  •  
  •