Italia, il c.t. Mancini medita alcune novità: arruolato Verratti, possibile bocciatura per Balotelli?

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Roberto Mancini – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

In vista del doppio impegno contro Ucraina e Polonia, il commissario tecnico dell’Italia Roberto Mancini starebbe valutando alcune novità in seno alla formazione azzurra: dopo le deludenti prestazioni nelle prime due gare di Nations League, il selezionatore della Nazionale vuole apportare alcune modifiche alla lista dei convocati sinora presentata.
Mancini avrà a disposizione le sfide di Coppa e il prossimo turno del campionato di Serie A per fare tutte le valutazioni possibili in vista dei prossimi impegni dell’Italia: il primo appuntamento è previsto per il 10 ottobre, con la sfida amichevole di Genova contro l’Ucraina, per poi passare alla sfida già decisiva di Nations League contro la Polonia del 14, una sorta di dentro o fuori per la nostra Nazionale, nella quale servirà vincere a tutti i costi se si vuole sperare ancora di proseguire nella neonata competizione e allontanare così lo spettro della possibile retrocessione nella Lega inferiore.

Leggi anche:  CR7 e il lancio della maglia: un tweet spiega il perchè

I cambi meditati da Mancini in vista del doppio impegno contro Ucraina e Polonia

Nella giornata di venerdì, il commissario tecnico Roberto Mancini diramerà la lista dei convocati in vista del doppio impegno contro Ucraina e Polonia: tra i papabili azzurri potrebbe esserci il ritorno di Marco Verratti, ma al contempo la possibile esclusione di Mario Balotelli.
Mentre il centrocampista del Paris Saint-Germain è alla prima convocazione con il neo tecnico Mancini, a causa anche di un infortunio che non gli ha consentito di prendere parte alle prime gare dell’Italia, né tanto meno quelle del club francese, per l’attaccante del Nizza invece è da considerarsi a tutti gli effetti una bocciatura. Balotelli è ben lontano dalla forma migliore, apparso nelle ultime sfide della Nazionale evidentemente in sovrappeso, ragion per cui il selezionatore azzurro farebbe a meno di lui nelle prossime sfide.

Leggi anche:  Inter, Conte: “Stiamo iniziando a vedere la meta, ma dobbiamo continuare a spingere”

Mancini punta molto sul centrocampo, il reparto che è andato maggiormente in sofferenza nelle gare contro Polonia e Portogallo: l’apporto di Verratti potrebbe risultare fondamentale nell’economia del gioco della Nazionale, chiamata a riscattarsi nella neonata competizione dopo le due deludenti gare all’esordio.
D’altro canto Verratti stenta ancora a decollare con la maglia azzurra: con il Paris Saint-Germain è a tutti gli effetti il pilastro della formazione guidata da Thomas Tuchel, ma con l’Italia sono tante, troppe le defezioni mostrate nel corso della seppur breve carriera con la Nazionale. Mancini è consapevole di questo e spera di poter forgiare il carattere del ragazzo in vista dei prossimi impegni europei.
Al posto di Balotelli invece si profilerebbero le convocazioni di Zaza e Petagna, che avrebbero importanti chances di vestire l’azzurro alla luce delle prestazioni con i rispettivi club all’inizio di questo campionato. Niente da fare invece per Cutrone e Inglese, per i quali Mancini richiede tempo prima di indossare la maglia della Nazionale.

  •   
  •  
  •  
  •