Juventus, Marcelo allontana i bianconeri. Gol al Viktoria Plzen e bacio allo stemma del Real

Pubblicato il autore: Gabriele Ripandelli Segui

Marcelo – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Capelli riccioluti e folti, pelle olivastra, brasiliano. Ormai Marcelo è un volto noto a tutti e che subito si configura nella mente della gente ad indossare la maglia del Brasile o , se si tratta di club, la camiseta blanca del Real Madrid. Ormai, dopo la cessione di Ronaldo è lui il volto più carismatico ed a tutti gli effetti emblematico del club spagnolo. Per questo stonano le voci di un suo possibile futuro alla Juventus solo per seguire il suo compagno di tanti e spettacolari successi. Per questo si fa fatica ad immaginarlo lontano dalla Spagna.

Proprio lui, poi, ha voluto dare un forte segnale per smentire le voci di mercato. Minuto 55 di Real Madrid-Viktoria Plzen a Madrid: il brasiliano segna il gol. E poi? Indica lo stemma e bacia la maglia davanti al suo popolo. Così, con tutto il cuore blancos negli spalti che non può che applaudire e ringraziare. Poco dopo la fine della gara, davanti a molti microfoni che cercavano di rubare dichiarazioni sulle quali montare sopra il suo trasferimento alla Juventus, riafferma un’altra volta il suo amore per il club: “Impossibile trovare qualcuno più madridista di me“. Proprio per questo solo un pazzo potrebbe lasciare i colori dei propri sogni. Poi aggiunge: ” Non ho ricevuto né ascoltato nessuna offerta. E comunque ho un contratto con il Real“.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

Il contratto sarà in scadenza nel 2022, ancora calcisticamente parlando abbastanza lontano. Però il giocatore brasiliano ci ha tenuto a precisare le sue intenzioni per evitare che i giornalisti, per i quali ultimamente non prova grande stima, inventino altre cose. Era stato ritratto ultimamente come demotivato, stufo, voglioso di cambiare aria e contro l’allenatore.  Le parole riportare da Marca però lasciano intendere tutt’altro: ” Lopetegui salva la panchina e ci sarà al Camp Nou? Meraviglioso , per me sta facendo un lavoro straordinario“. E non si risparmia un attacco pesante alla stampa : “Le critiche? Beh, quando non si vince diventa tutto più difficile, ma siete voi giornalisti ad aver parlato di crisi. Voi volete creare danni nello spogliatoio, tutti i giornalisti cercano di farlo“. Non è sicuramente il primo personaggio del mondo dello sport a dire una cosa del genere: molti si sono espressi contro la stampa che cercava per vendere giornali, una volta, e fare click, oggi, a volte di travisare determinate notizie solo per cercare di far esplodere un team. La risposta era già arrivata anche da personaggi di sport diversi da quello del calcio, come quello dei motori. Però nessuno era mai andato dritto al punto come Marcelo: “Forse perché siete invidiosi di non saper giocare a calcio“. Una frase che, inoltre, ha causato la reazione nervosa ed arrabbiata, ma comprensibile, di uno dei giornalisti lì presenti che ha avviato un battibecco con Marcelo.

Leggi anche:  La Juve ha messo Saul Niguez nel mirino

Sicuramente Marcelo però ha iniziato la stagione sottotono, come tutto il Real Madrid. La cosa, che potrebbe sottolineare maggiormente l’importanza del giocatore nell’organico della rosa, ha fatto spazientire molti tifosi che sono arrivati anche a fischiare la squadra. Ma per un giocatore, veterano del Real dal 2007, come Marcelo è una cosa già vista: “È una cosa normale. Qui hanno fischiato sempre, anche contro tutti i fenomeni che sono passati“.

Un Marcelo motivato, provocatore, ma soprattutto madridista convinto è ciò che ci aspettiamo di vedere nei prossimi mesi. Pista Juve definitivamente sfumata?

  •   
  •  
  •  
  •